La torta di pane raffermo

la torta di pane raffermo

la torta di pane raffermoLa torta di pane raffermo è una torta speciale che nasce dalla idea delle nostre nonne di riciclare il pane raffermo.

Una ricetta speciale che rievoca la nostra infanzia e la tradizione. Non esiste una ricetta ben precisa per preparare la torta di pane raffermo, l’obiettivo delle nostre mamma e prima delle nostre nonne era quello di riutilizzare quanto avanzato in dispensa, principalmente il pane raffermo. La torta di pane raffermo è un dolce gustoso che a ogni morso riserva delle vere sorprese! Perché la ricetta potrebbe cambiare di volta in volta a secondo degli ingredienti presenti nelle vostre  dispense.

Questo dolce di recupero ha una consistenza morbida ma è caratterizzato da una crosticina croccante in superficie che lo rende squisito. Il principio resta unire e abbinare quello che abbiamo a casa. A partire del pane dimenticato in dispensa, alla frutta secca ormai molliccia, i pinoli avanzati dopo un pesto, agli amaretti rimasti dentro la confezione da troppo tempo ecc..

La ricetta di oggi mi è stata regalata da Manuela ed Angela, due dolcissime mamme ma anche le due chef di Don Tabarè. Don Tabarè è un luogo magico che si trova a Scicli, la Vigata di Montalbano. Un bistrò che nasce in via Aleardi. Dove l’ex chiesetta di Sant’ Antonio, edificio risalente al XIII secolo, è rinata  per volere di Antonio Sarnari , curatore d’arte, dandole una nuova vita, completamente ripensata e ideata per diventare un locale dove protagonista ne è la Fiaba.

Un luogo di incontro a metà tra una pasticceria e un locale dove degustare piccole delizie del palato.  Una pasticceria goliardica dove il filo conduttore resta la Fiaba, il gioco, la voglia di ritornare bambini.  Il locale è un vero e proprio laboratorio di idee in continua evoluzione e sperimentazione. Antonio insieme al suo socio William hanno voluto ridare una nuova luce anche agli spazi esterni, circostanti del locale. Il luogo in cui è sito Don Tabarè è un antico quartiere, Via Aleardi, contornato da antichi palazzi e con l’affaccio su un antico a quanto mai romantico torrente ormai asciutto.

Al Don Tabarè oltre ai molteplici dolci, cannoli, teste di turco, torte, geli e mousse è possibile trovare, anche dei pani speciali, prodotti con i grani antichi. Da qui l’idea di preparare questa torta: (riciclare) riutilizzando il pane che di tanto in tanto avanza al locale, così come avviene, spesso nelle nostre case. Ecco da dove nasce la mia idea di riproporvi questa ricetta .

Insieme ad Angela, sotto la direzione di Manuela, ho preparato questa deliziosa torta che potrete tranquillamente rifare a casa. Io l’ho assaggiata accompagnata da una pallina di gelato allo zenzero, una vera delizia.

Ingredienti per una torta dal diametro di 22 cm.

pane seccopistacchi tostati

Ingredienti:

. 100 grammi di pane casereccio

( io ho utilizzato quello ai grani antichi),

. 100 grammi di pistacchi ( tritati grossolanamente ),

. 30 grammi di noci, . 4 uova, . 100 grammi di zucchero, . 154 ml di olio di semi, .un pizzico di sale, . una bustina di lievito per dolci vanigliato.

Come preparare la torta di pane raffermo : procedimento

  • Per prima cosa fate tostare il pane, fatelo raffreddare e tritatelo grossolanamente.
  • Fata tostare la frutta secca in forno. Non esiste un tempo perfetto ma quando sentirete profumo di frutta secca sarà pronta.*Appena si sarà raffreddata tritate grossolanamente anche la frutta secca.
  • Rompete le uova in una ciotola capiente ed unite lo zucchero e lavorate a crema. Unite l’olio di semi, ed pizzico di sale. Unite la bustina di lievito ed infine unite il pane , mescolate bene e aggiungete la frutta secca.
  • Amalgamate tutti gli ingredienti. Imburrate e spolverate di farina uno stampo per torte di quelle a cerniera preferibilmente, del diametro di 22  e versatevi all’interno il composto della vostra torta di pane raffermo
  • Mettete in forno già caldo a 180 gradi per circa venti venticinque minuti e lasciate cuocere la vostra torta.

La cottura dipenderà molto dal vostro forno.

Lasciate raffreddare la torta di pane raffermo nella teglia e successivamente servitela con una spolverata di zucchero a velo o accompagnata da una pallina di gelato.

Vi assicuro che sarà un vero successo con i vostri ospiti…

mi sembra ancora di sentirne il profumo.

Buon appetito.

Pubblicato da Fantasia in Cucina

La mia passione per la cucina e il buon cibo è nata grazie al mio lavoro e ai miei viaggi. Ho iniziato sin da piccola a raccogliere le ricette di tutto ciò che mi piaceva mangiare e ad appuntarlo su una agenda. Con il passare degli anni è cresciuta in me la passione per la cucina e la tradizione enogastronomica del territorio ibleo. Il mio vuole essere un blog che non è un semplice sito di ricette, ma anche un viaggio della memoria, della cultura di un popolo, quello degli abitanti dei Monti Iblei, in Sicilia, luogo d’incontro tra le province di Ragusa, Siracusa e Catania. Dietro ogni ricetta c'è una storia, talvolta di una famiglia, di un incontro o di un viaggio. Il mio intento è quello di svelare, conservare e di tramandare attraverso le mie ricette l’anima, i saperi, le tradizioni, le passioni e la storia di un popolo. Cucino, fotografo mangio e posto. Mi piace anche consigliare ai miei amici oltre alle ricette sfiziose anche dove mangiare nei locali caratteristici dove andare a mangiare in Sicilia. Se vi va seguitemi, siete i benvenuti. Barbara