La Sfincia di San Giuseppe: ricetta siciliana

La Sfincia di San Giuseppe: ricetta siciliana

La Sfincia di San Giuseppe: ricetta siciliana è un dolce che si prepara a Palermo per la festa del papà. Ma il 19 marzo, si celebra con la Sfincia di san Giuseppe, anche la festa legata al Santo. La sfincia di San Giuseppe è un enorme bignè fritto, ricoperto di ricotta di pecora e decorato con gocce di cioccolato, granella di pistacchi, ciliegie e scorze d’arancia candite, un pò come il cannolo siciliano. Diffusa in tutta la Sicilia occidentale, la sfincia di San Giuseppe: ricetta siciliana è parte del patrimonio gastronomico e culturale della regione. Come per molti altri dolci siciliani, la sua origine è misteriosa e si perde indietro nel tempo.
Se ti piacciono i bignè prova anche la Testa di Turco di Scicli, che si prepara in forno QUI la ricetta.
Le sfinci in tutta l’isola sono delle frittelle che possono essere sia dolci che salate.

La Sfincia di San Giuseppe: ricetta siciliana
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per preparare l’impasto della Sfincia di San Giuseppe

  • 100 gfarina 00
  • 125 gacqua
  • 3uova medie (50 grammi cadauno circa)
  • 30 gstrutto (o burro)
  • 3 gsale

Ingredienti per la farcia della Sfincia

  • 600 gricotta di pecora
  • 200 gzucchero semolato
  • 30 ggocciole di cioccolato

Ingredienti per decorare la Sfincia di San Giuseppe

  • ciliegie candite
  • q.b.granella di pistacchi
  • Scorzette di arancia candita

Come preparare la sfincia di San Giuseppe: ricetta siciliana

Come preparare la pasta choux
  1. In una pentola dal bordo spesso e i bordi alti versa l’acqua e fai sciogliere lo strutto senza portare a bollore.

  2. Togli dal fuoco la casseruola e versa la farina in un colpo solo e comincia a mescolare con una frusta energicamente.

  3. Rimetti sul fuoco e continua a mescolare fino a che sul fondo della pentola non si formerà un velo. (Pellicola)

  4. Trasferisci il composto in contenitore largo e lascialo intiepidire.

  5. Inizia ad unire un uovo per volta e passa al successivo solo quando si sarà assorbito completamente.

  6. L’impasto è pronto, dovrà risultare corposo ma leggermente più morbido rispetto alla classica pasta choux.

  7. In una casseruola dai bordi alti porta l’olio ad una temperatura non superiore ai 165°: in modo che gli sfinci si cuociano bene anche all’interno.

  8. Preleva l’impasto, immergendo però prima i due cucchiai nell’olio per impedire alla pasta di attaccarsi. Friggi pochi pezzi alla volta e per circa10-15 minuti, girandoli molto spesso per fare in modo che triplichino di volume e si cuociano in maniera uniforme.

  9. Ogni tanto, dai loro dei leggeri colpetti con la schiumarola o il cucchiaio: il colpo servirà a rompere leggermente l’impasto favorendone l’espansione. Una volta pronti, scolali su un foglio di carta assorbente.

  10. Non appena tutte le sfince si ranno raffreddate passa alla farcitura e alla decorazione. Puoi decidere se farcire la tua sfincia solo in superficie oppure tagliarla a metà e farcirla sia internamente e poi decorare con la farcia anche l’esterno.

Come farcire la Sfincia di San Giuseppe

  1. Per farcire la sfincia per prima cosa prepara la farcia. Setaccia la ricotta in un colino a maglie strette anche un paio di volte per renderla più cremosa e lavorabile. Unisci lo zucchero e le gocce di cioccolato, quindi amalgama bene per ottenere una crema liscia e uniforme. Trasferiscila in un sac-à-poche e lasciala riposare in frigorifero per un’ora. ( io la preparo il giorno prima )

Come decorare la sfincia di San Giuseppe

  1. Decora ogni sfincia con una ciliegia candita, una spolverata di granella di pistacchio e una scorzetta di arancia candita. Le tue sfinci di San Giuseppe sono pronte, buon appetito!

Consigli per una perfetta risuscita della Sfincia di San Giuseppe

Al posto della ricotta di pecora puoi anche utilizzare quella vaccina, l’importante è che ne usi una molto asciutta.

Io ho optato per la versione classica, con la crema di ricotta come farcitura e in superficie, ma ne esiste una che prevede solo crema all’esterno.

Potete anche unire nella farcia la buccia di un limone non trattato se non volete mettere le gocciole di cioccolato, l’importante è che la ricotta sia bene asciutta, meglio ancora se è del giorno avanti.

Una volta farcita la sfincia di San Giuseppe dovrebbe essere consumata subito, al massimo in giornata.

Puoi preparare gli sfinci con un leggero anticipo, ma in questo caso ti consiglio di farcirle al momento di servirle.

Se ti piace la ricotta prova anche Il cannolo siciliano- ricetta della nonna

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Fantasia in Cucina

La mia passione per la cucina e il buon cibo è nata grazie al mio lavoro e ai miei viaggi. Ho iniziato sin da piccola a raccogliere le ricette di tutto ciò che mi piaceva mangiare e ad appuntarlo su una agenda. Con il passare degli anni è cresciuta in me la passione per la cucina e la tradizione enogastronomica del territorio ibleo. Il mio vuole essere un blog che non è un semplice sito di ricette, ma anche un viaggio della memoria, della cultura di un popolo, quello degli abitanti dei Monti Iblei, in Sicilia, luogo d’incontro tra le province di Ragusa, Siracusa e Catania. Dietro ogni ricetta c'è una storia, talvolta di una famiglia, di un incontro o di un viaggio. Il mio intento è quello di svelare, conservare e di tramandare attraverso le mie ricette l’anima, i saperi, le tradizioni, le passioni e la storia di un popolo. Cucino, fotografo mangio e posto. Mi piace anche consigliare ai miei amici oltre alle ricette sfiziose anche dove mangiare nei locali caratteristici dove andare a mangiare in Sicilia. Se vi va seguitemi, siete i benvenuti. Barbara

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.