Crea sito

Crema diplomatica

Ciao a tutti, oggi in cucina ci siamo solo io e le mie due pesti perché dobbiamo fare questa deliziosa crema diplomatica per Manu, che la ama alla follia e vorremmo proporvela. Questa crema non è altro che l’unione tra la crema pasticcera e la crema chantilly e potete utilizzarla come abbiamo fatto noi per farcire le torte ( come questa), i biscotti oppure gustarvela fresca così come dessert.
Il risultato è garantito: una bontà unica!!

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • PorzioniCirca 500 gr di crema
  • Metodo di cotturaFuoco lento
  • CucinaItaliana

Ingredienti per circa 500 gr di crema

  • 400 mllatte (usate pure quello che bevete voi )
  • 4tuorli (meglio usare uova allevate all’aperto)
  • 30 gfarina 00
  • 90 gzucchero
  • q.b.bacca di vaniglia (potete sostituirla con le gocce di vaniglia )
  • 250 mlpanna fresca per dolci
  • scorza di mezzo limone

Preparazione della crema diplomatica

Vi consiglio di preparare la crema almeno quattro ore prima del suo utilizzo o addirittura il giorno prima in modo tale che rimane bella compatta e non si smonta.
  1. Dopo aver preparato tutti gli ingredienti mettiamo i tuorli delle uova e lo zucchero in un pentolino alto e mescoliamo con un cucchiaio di legno o con una frusta fino ad ottenere un composto bello giallo e spumoso.

  2. Uniamo la farina, poco alla volta, sempre mescolando fino a che non si è amalgamato il tutto cercando, con la frusta, di non formare grumi. A questo punto aggiungete , poco alla volta, il latte precedentemente intiepidito con la scorza di limone e il baccello di vaniglia sempre mescolando senza fermarvi. Quando avete unito tutto il latte tiepido mettete la pentola su un fornello a fuoco basso e, sempre girando, fate attenzione a non creare grumi. Continuate così finché la crema non si rassoda e quando inizia quasi a bollire continuate per circa 2 minuti poi spegnete e travasatela in un contenitore di vetro. Fate raffreddare completamente la crema a temperatura ambiente.

  3. Unite, per ultimo, la panna precedentemente montata con lo sbattitore elettrico ( tipo questo ) girandola lentamente con un cucchiaio dal basso verso l’alto fino ad incorporarla del tutto con la crema.

Conservazione della crema

La crema si può conservare in frigorifero, chiusa, per massimo tre giorni! Potete anche congelarla mettendola all’interno di un contenitore ermetico al massimo per 6-8 settimane. Per gustarvela, invece, toglietela dal frigorifero almeno mezz’ora prima.

Un tocco in più

Per sentire ancora di più la vaniglia, ho messo direttamente nelle uova sbattute con lo zucchero anche due gocce di estratto di vaniglia. Risultato assicurato!!

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.