Preparato per cioccolata calda in tazza

Preparato per cioccolata calda in tazza

Ero così felice di aver finalmente trovato una ricetta degna per fare il preparato in casa per la cioccolata calda, che ho deciso che farà parte dei miei regali di Natale. Ho preparato una schiera di vasetti per i pensierini alle amiche, zii, cugini. Ne ho provate alcune prima di scegliere questa ricetta che ho decretato la migliore, sia come resa che come gusto. L’ho trovata fra i miei libri sul cioccolato, per poi scoprire (grazie a Claudio che è sempre molto attento) che è una ricetta di Omar Busi. 😀 Ho riso mezz’ora. Allora è proprio amore, lo scelgo anche inconsapevolmente. Facilissima da realizzare (proprio una cosa vergognosa), che la potete fare anche per una voglia improvvisa di cioccolata calda in una giornata d’inverno. Senza contare che questo preparato per cioccolata calda, in un luogo fresco a asciutto si mantiene per mesi, ma sono sicura che non durerà tanto appena i vostri figli l’assaggeranno. La farete a ripetizione, non odiatemi.

PREPARATO PER CIOCCOLATA CALDA:

(Dose per 8 tazze di cioccolata circa) 

  • 80 gr di cacao amaro in polvere
  • 50 gr di cioccolato fondente
  • 20 gr di fecola di patate
  • 15 gr di amido di mais
  • 160 gr di zucchero a velo
  • 2 bacelli di vaniglia

Per prima cosa dovrete tagliare i baccelli di vaniglia nel senso della lunghezza a metà, estrarre la polpa grattando con la punta di un coltello e unirli al cacao precedentemente setacciato.
Setacciate anche la fecola, l’amido di mais e lo zucchero a velo, raccogliendo tutto nella ciotola del cacao (usatene una capiente).
Per quanto riguarda il cioccolato fondente potete procedere in due maniere

1. Grattugiandolo semplicemente, quindi unirlo al resto, metterlo in un sacchetto per alimenti di plastica e sbattere bene per amalgamare.

2. Usando un tritatutto. Mettete nel boccale del mixer il cioccolato fatto a pezzetti e 1/3 delle polveri, fate girare fino a che non si polverizza, ma non esagerate o scalderete il cioccolato. Unite poi la polvere ottenuta al resto in un sacchetto di plastica per alimenti e sbattete bene per amalgamare.

Conservate la polvere in un luogo fresco e asciutto in un vaso di vetro con chiusura ermetica.
Per quanto riguarda il metodo di utilizzo e la dose vi spiego di seguito come procedere. 
Io ho cercato di capire quale fosse la proporzione migliore fra preparato e latte e sono arrivata a questa: 40 gr di polvere su 200 ml di latte, che corrisponde ad 1 tazza di cioccolata. Ovviamente se ne volete fare due tazze basterà moltiplicare per due. 
Per l’utilizzo funziona esattamente come quella in commercio: ponete la polvere nel pentolino, versate poco latte alla volta continuando a mescolare evitando la formazione di grumi (foto sotto), una volta che l’avrete sciolta perfettamente ponete il pentolino sul fuoco medio/basso e senza mai smettere di mescolare lasciate cuocere fino a densità desiderata, calcolate che se esagerate nella cottura diventa un budino.
Quando vela il cucchiaio, consideratela pronta, al massimo vi regolate per la prossima volta a vostro gusto. 

10805587_861550013878348_9000001760541439571_nUna cosa importantissima, mi raccomando non aggiungete zucchero perchè è già presente nel preparato. 🙂  

Se non vi piace il cioccolato fondente, potete sostituirlo con la stessa quantità di cioccolato al latte. Potrete anche aromatizzare il preparato con cannella o caffè solubile in polvere, ne basta un cucchiaino. Vi ricordiamo che potete trovarci anche sulla nostra Fanpage di Facebook e nel nostro numeroso e super attivo gruppo Pasticciando con i Fables, passate a trovarci vi aspettiamo. Eva

10822445_861439587222724_504514220_n

 

Preparato per cioccolata calda Preparato per cioccolata calda Preparato per cioccolata calda Preparato per cioccolata calda Preparato per cioccolata calda Preparato per cioccolata calda Preparato per cioccolata calda Preparato per cioccolata calda

Precedente Zimtsterne biscotti speziati Successivo Biscotti decorati con pasta di zucchero

54 commenti su “Preparato per cioccolata calda in tazza

  1. agnese il said:

    ma grazie! un’idea bellissima, originale ed utile. ho già cercato in garage i barattoli più carini da regalare in giro. ne voglio preparare un barattolone per i miei nipoti che la amano tantissimo e consumano scatole su scatole di preparati industriali. non é che avresti anche una ricetta per biscotti “a lunga conservazione”? vedo i bambini circa ogni due settimane e loro amano i miei biscotti (tutte tue ricette) ma non restano buoni per tutto il tempo, anche se conservati nella solita scatola di latta. hai una soluzione? così sarei sicura che facciano una colazione e/o meranda buone e salutari.
    un aiutino?

    • Sempreva il said:

      Biscotti sul blog ne abbiamo un sacco. Io li conservo nella scatola di latta e restano sempre perfetti. Non saprei esattamente che dirti. 😀

  2. agnese il said:

    che gentile ad avermi risposto subito! lo so che ci hai regalato tante bellissime ricette di biscotti, infatti ne ho provate già molte, ma vorrei trovare un biscotto che rimanga buono e fragrante per circa due settimane. lo so, la sfida é ardua, ma penso a quei biscotti olandesi – danesi in quelle scatole di latta rotonde che rimangono friabili per molto tempo. hai presente a quali mi riferisco? ma se fossero i pirottini di carta in cui sono confezionati aiutano a tenerli “freschi”?

  3. aeileen il said:

    L’ho appena fatta (Anche se ho diviso le dosi per 8 perché volevo solo una tazza) ed è buonissima! Ci mette un po’ di più per il ciobar per addensarsi, ma almeno so cosa c’è dentro 😛 Complimenti, sarà il mio regalo di natale per le mie amiche!

  4. Emanuela il said:

    Ciao. Se volessi provare a farla col cioccolato bianco, posso usare le stesse dosi della ricetta o devo cambiare qualcosa? Grazie.

  5. Ho seguito la tua ricetta con ottimi risultati. Se posso permettermi, avrei un umile suggerimento: io la preparo con un pizzico di sale (che è presente anche nei preparati commerciali) per tazza. Secondo me è il giusto completamento.

    • Sempreva il said:

      La ricetta è di un pasticcere di cui ci fidiamo ciecamente. Ma tu a casa tua sei libera di fare tutte le variazioni del mondo. 🙂

  6. Dimenticavo. Secondo me è stato molto utile, se non fondamentale, raffreddare in freezer il cioccolato fondente prima di tritarlo. In questo modo si può tritare più a lungo, in maniera meno grossolana, garantendo che esca dal mixer polveroso e non come una pasta. Una volta mescolato con le polveri, il cioccolato sparisce del tutto.

    • Sempreva il said:

      Ciao, io l’ho già fatta 5 volte e non mi è mai successo nulla. L’importante è usare un buon mixer e mettere le polveri assieme. 🙂

  7. stefania il said:

    ciao, ho scoperto da poco il vostro sito e subito mi ha colpito la ricetta per la cioccolata… l’ho fatta seguendo tutto alla lettera, ma non è venuta!!!! l’ho cotta per 20 minuti circa, si è ridotta della metà, ma non ha assunto né il tipico colore scuro e né la consistenza! come mai? dovrei aumentare la dose di amido o quella del cioccolato fondente?

    • Fables de Sucre il said:

      No non devi cambiare nulla della ricetta perchè è collaudata, viene a tutti. Riprova e cerca di capire cosa puoi aver sbagliato 😉

  8. Ciao Eva, grazie per questa bella ricetta, volevo preparare questo cadeau per i mercatini di natale della mia scuola, la dose per 8 tazze sai dirmi di che vasetto ha bisogno come capienza?

  9. Chiara il said:

    Se volessi farne delle monoporzione da regalare in appositi contenitori di vetro ermetici. ..quanto potrebbe durare la polvere…che scadenza avrebbe in sostanza?

    • Sempreva il said:

      Sono tutte polveri, tutti ingredienti con scadenze lunghe, praticamente dura mesi. Vedi la data sullo zucchero e sulla cioccolata che usi. 🙂

  10. elena il said:

    ciao..i barattoli li devo sterilizzare o basta che li lavi in lavastoviglie? perchè io ne userei di riciclo poi li “addobbo” con pezzi di stoffa etc…come per le marmellate.. grazie mille

  11. francesca il said:

    Ciao Eva!
    Volevo seguire questa ricetta x dei pensierini. Vorrei farti due domande:
    – lo zucchero a velo posso ottenerlo passando al mixer lo zucchero Zefiro?
    – per il cioccolato fondente devo tener presente qualcosa tra i suoi ingredienti? Insomma vorrei scegliere un buon cioccolato.
    Grazie mille cara

  12. Giorgia il said:

    Ciao. É possibile ridurre la quantità di zucchero o é importante per la riuscita della cioccolata? Se si, fino a quanto ci si può spingere? Grazie!

  13. Ho fatto il preparato settimana scorsa ed oggi ho fatto la cioccolata calda : strepitosa!!!
    Grazie per questa splendida ricetta!
    E chi li compra più i preparati del supermercato?!

  14. Pingback: Sweet Christmas Tree! – -Regali da ideare-

  15. francesca il said:

    Ciao, ho letto la tua ricetta e vorrei provarla ora ho tutti gli ingredienti tranne i bacelli di vaniglia….non è un problema vero?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.