Crea sito

Pastiera di grano Napoletana

In questo periodo di grande caos mondiale
Per questo virus che non da pace né all’economia né alla salute .
E con un divieto Nazionale di limitare uscite e chiusura forzata delle scuole ,non ci resta che stare a casa e cucinare .
L’unica cosa che può riunire tutti aldilà di baci & abbracci .
Tra un po’ arriva Pasqua e non può mancare la nostra Pastiera Napoletana con tutto il suo profumo d’arancio e vaniglia.
Quando si informano per la casa resta quel profumo che come dice mia figlia “sa di casa “….
Quando ero piccola nonna ne faceva così tante che il panettiere gli faceva un baffo ….diceva questa è per zia ,questa per la commarella ,questa per il macellaio,questa per il dottore ….e così via .
Si ! perché a quei tempi si portava rispetto a prescindere dall’età , rispetto per il prossimo , rispetto per un favore ricevuto .

Ora vi lascio la ricetta ricca di profumo e di gusto con un guscio croccante senza burro ( ma nulla vieta di usarlo) ed un ripieno cremoso e profumato.

  • Tempo di preparazione3 Ore
  • Tempo di riposo40 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Metodo di cotturaMicroonde
  • CucinaItaliana

Per una pastiera da 26/ 28 cm di diametro

Per la frolla

  • 320 gFarina 00 (Anche farina per dolci)
  • 100 mlOlio di semi di girasole (alternativa 120 g di burro o margarina)
  • 80 gZucchero
  • 2Uova
  • 1Scorza d’arancia
  • 1 bustinaVaniglia
  • 1/2 bustinaLievito per dolci

Per il ripieno di grano

  • 300 gGrano cotto
  • 200 mlLatte
  • 150 gZucchero
  • 3Uova
  • 2Tuorli
  • 350 gRicotta
  • 1Scorza d’arancia
  • 1Scorza di limone
  • 4 mlEssenza fiori di arancio (A piacimento c è chi ne mette fino a 40 ml)
  • 50 gCanditi cedro e limone (Se piacciono anche 100 g )

Teglie tonde di alluminio, forno

    Come preparare la pastiera di grano

    Per la preparazione della frolla

    1. versare in una ciotola l’olio ,le uova ,lo zucchero ,la scorza di arancia e la vaniglia, emulsionare.

      Aggiungere la farina setacciata con il lievito e mettere a riposare il panetto ottenuto in frigo nel frattempo che si prepara il ripieno .

    Come cuocere il grano

    1. Versare in una pentola il grano cotto con la scorza di arancia e limone ( grande che dopo andremo a togliere) ed il latte.

      Cuocere per un 15 minuti il tempo che il grano assorbe tutto il latte.

    2. Una volta pronto levarlo dalla pentola e mettere in una ciotola

    Come preparare la crema di ricotta

    1. Montare le uova intere con i tuorli e lo zucchero aggiungere la ricotta e frullare il tutto . aggiungere l’ essenza di fiori di arancio

    Assemblaggio delle creme

    1. Versare il grano cotto in precedenza nel composto di uova e ricotta .

      Con un cucchiaio girare dal basso verso l’alto.

    Come assemblare la pastiera di grano

    1. imburrare o oleare una teglia di alluminio con bordi alti ( tipica per la pastiera di grano)

      Riversirla con la frolla lasciando da parte un pezzo che ci servirà per fare le classiche strisce.

    2. bucherellare la base affinché non si gonfi in cottura.

      Versare il composto all’interno e rivestire con le strisce di frolla.

    3. Cuocere a180°in forno caldo acceso in precedenza per 50 minuti.

      Poi a 160° per altri 10 minuti

    Fatta il giorno prima di essere consumata risulterà ancora più buona e aromatica.

    Si conserva anche 1 settimana in frigo.

    4,3 / 5
    Grazie per aver votato!

    Pubblicato da Peccati di dolcezze essenza del gusto

    Sono Veronica M. Beneventana . Pizzaiola di professione. Foodblogger per passione Peccati di Dolcezze 2008/2018 lascio un bagaglio ricco di soddisfazioni e collaborazioni come chef per Vallé Italia, articoli su riviste come A tavola, Più Dolci, Cioccolato &Co. Su collane di libri come Mtchallenge ... Tutto grazie a mia nonna che mi ha trasmesso l'Amore per la cucina A lei ho dedicato i miei libri "Uova in fuga" di Trenta editore E polvere o pistilli? Come coautrice di Trenta editore. Ora ricomincio da qui il mio nuovo blog .

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.