Crea sito

In cucina con Emanuela: il congelamento

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Spesso il termine congelamento viene confuso con il surgelamento.

Vediamo in sintesi le differenze tra i due termini e come possiamo fare per conservare gli alimenti a cui teniamo senza incappare in gravi problemi o errori!

Surgelare significa sottoporre un alimento a un procedimento che, tramite appositi macchinari,porterà velocemente il prodotto a temperature inferiori a -18°, scendendo anche a -80°.

I cristalli di ghiaccio contenuti negli alimenti saranno più piccoli e non intaccheranno la struttura cellulare impedendo grandi perdite di valore nutritivo e di liquidi, senza modificare il sapore dell’alimento.

Surgelamento e congelamento limitano i rischi di tossicità purchè si rispetti sempre la catena del freddo, cioè la temperatura non deve mai risalire!

Segni negativi di variazioni di temperatura tra i vari passaggi sono : la presenza di brina sulle confezioni, la presenza di pezzi in blocchi e la presenza di liquidi seppur congelati!

Anche nel trasporto dal negozio a casa questa catena andrebbe rispettata e soprattutto assicurarsi che il congelatore domestico rispetti questi parametri nel mantenere temperature minori o uguali a -18° .

Il congelamento è un procedimento per lo più casalingo in cui le temperature sono più alte ( comprese tra lo zero e il -15°) e per il quale occorrono diverse ore di attesa affinchè avvenga.

I cristalli di ghiaccio saranno ovviamente più grandi, intaccando la struttura cellulare degli alimenti.

 

I migliori  contenitori  in commercio sono il politene, l’alluminio, i contenitori rigidi di alluminio, plastica o vetro , materiali comunque impermeabili ad acqua ed aria e resistenti a basse temperature.

Tenere presente che comunque il volume dei liquidi cresce per cui se si esagera nel porzionarli, le confezioni potrebbero spaccarsi  e creare sgradite sorprese.

Praticamente si potrebbero congelare tutti gli alimenti, compresi piatti già pronti, rispettando alcuni accorgimenti come pulire ed asciugare bene sia i cibi che gli imballaggi che andremo ad utilizzare, etichettare il prodotto con data e tipologia, soprattutto non superare determinati limiti di tempo per evitare che il prodotto comunque si deteriori con conseguente perdita di elementi nutritivi e a rischio di problemi per la salute.

Mai inserire nel congelatore piatti caldi: bisogna sempre aspettare che si raffreddino completamente, per non modificare la temperatura interna.

Il cibo da congelare va sistemato nella zona più freddaa contatto delle superfici refrigeranti, e va lasciato dello spazio libero intorno alla confezione; i cibi possono essere messi a contatto dopo che sono già congelati, per cui sarebbe opportuno dedicare un cassetto solo al congelamento laddove fosse possibile.

Evitare comunque di ricongelare cibi già congelati in precedenza seppur cotti.

COME CONSUMARE UN PRODOTTO SURGELATO

Evitare di scongelarlo perchè comporterebbe una elevata perdita di sostanze nutritive e soprattutto comporterebbe il rischio di proliferazione di batteri.

Per cui cucinare, friggere o lessare direttamente il cibo in questione sarebbe la soluzione ottimale, oppure lasciarlo scongelare in frigorifero per un tempo che può sfiorare anche le 12 ore!

Mai scongelarlo sotto acqua calda: si “cuocerebbe ” l’interno del prodotto  con tutti i danni che questa operazione comporterebbe.

 

COME CONSUMARE UN PRODOTTO CONGELATO.

I cibi crudi possono essere lasciati scongelare in frigorifero.

Se si tratta di alimenti di grande spessore da cuocere a fiamma alta, si possono scongelare a temperatura ambiente o a bagnomaria; i cibi da cuocere a fuoco lento, possono essere cucinati ancora congelati.

Cercare di  non superare, prima di utilizzarli, 24 o massimo 48 ore di scongelamento in base ai cibi scelti .

 

 

Spero che questo articolo vi chiarisca dubbi e problemi.

Buona cucina a tutti!

 

 

 

 

 

 

 

 688 total views,  1 views today

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato da emanuela

classe 1974, una vita divisa tra sport e cucina ma in realtà interamente dedicata ai miei tre figli...stato attuale : In piena rivoluzione !!!!