Torta caprese con cioccolato bianco e limone

La caprese bianca è la rivisitazione di un classico dolce della tradizione campana, la torta Caprese preparata con farina di mandorle e cacao amaro.

Ho scelto di preparare questa versione bianca perché trovo incredibilmente raffinato il gioco di contrasti fra la dolcezza del cioccolato bianco e la nota profumata ed acidula del limone.

L’assenza di farina e le mandorle tritate nell’impasto e le regalano un’irresistibile consistenza morbida che può essere adatta per un dessert da fine pasto oppure per una super colazione.

La caprese al cioccolato bianco è un dessert che raggiunge il suo pieno sapore dopo almeno dodici ore di riposo e va quindi cucinato il giorno prima.

INGREDIENTI:

  • 200 grammi di cioccolato bianco
  • 250 grammi di mandorle pelate
  • 100 grammi zucchero
  • 3 limoni
  • 4 uova
  • succo di un limone
  • 50 gr. di amido di mais ( o fecola di patate)
  • un bicchierino di limoncello
  • un pizzico di sale

PROCEDIMENTO

Per iniziare frullate le mandorle con lo lo zucchero semolato fino a farle diventare quasi farina ma non troppo fine.

UNite alla farina di mandorle il cioccolato bianco grattugiato a grana grossa. Quindi aggiungete il burro a fiocchetti e frullate di nuovo.

Versate il tutto in una ciotola e unite le uova una alla volta, un pizzico di sale, il limoncello, la scorza grattugiata di tre limoni ed il succo di uno.

Mescolate fino a ottenere un composto omogeneo.

Per la cottura è bene foderare la teglia con carta da forno inumidita, da ritagliare lungo il bordo in modo che le eccedenze non brucino.

Foderate una tortiera di 26 centimetri di diametro, versate l’impasto e cuocete in forno caldo a 180° C per 60 minuti.

Lasciate riposare la torta caprese a temperatura ambiente fino al giorno successivo.

  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 60 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 6/8
  • Costo: Medio

Note

Dolci

Informazioni su Elena food2share

Ciao a tutti. Una piccola presentazione e' d'obbligo. Sono Elena, vivo in Friuli Venezia Giulia, non sono una chef ma solamente una persona a cui piace cucinare piatti facili e soprattutto che appaghino l'anima e lo spirito. Ho avuto la fortuna di viaggiare molto, principalmente in Asia, e cosi ho potuto conoscere, scoprire ed utilizzare tanti ingredienti che forse al pubblico italiano sono ancora sconosciuti. Questo è il mio mio viaggio quotidiano nella cucina che spero di poter condividere con tutti voi. Il cibo è condivisione, la condivisione è una bellissima forma di umanità ed amicizia. Lasciate pure i vostri commenti, BUON APPETITO

Precedente Ceviche di pesce bianco Successivo Feta Fournou (Feta al forno)

Lascia un commento