Pancetta di maiale fresca cotta stile barbecue con salsa Thousand Islands

Con l’arrivo della stagione primaverile inizia anche il tempo delle buone grigliate all’aperto e quindi largo alle cotture alla brace o al barbecue.

La pancetta di maiale fresca si presta molto bene a cotture lunghe perché è abbastanza grassa perciò rilascia condimento durante la cottura e non diventerà mai secca e stopposa.

Deve essere rigorosamente con la cotenna che diventerà croccante e saporita e che darà ancora più gusto a tutta la preparazione.

Se avete la possibilità di usare un barbecue tanto meglio. 

QUI VI PROPONGO LA COTTURA LENTA IN FORNO A BASSA TEMPERATURA PER UN RISULTATO PRESSOCHE’ SIMILE.

Una salsa ideale per accompagnare è la famosa Thousand Islands, di origine creola. Se vi piacciono i sapori piccanti non potrete fare a meno di provarla.

INGREDIENTI:

  • Una pancetta fresca di maiale intera con cotenna di circa 3,5 /4 kg.

Per il Dry Rub: ( la quantità delle spezie può variare a gusto e preferenza)

  • due cucchiai di sale marino grosso
  • tre cucchiai di zucchero di canna
  • due cucchiai di cipolla in polvere
  • un cucchiaio di aglio in polvere
  • un cucchiaio di peperoncino in fiocchi
  • un cucchiaio di coriandolo in polvere
  • un cucchiaio di cumino in polvere
  • due cucchiai di paprika affumicata
  • un cucchiaio di paprika dolce
  • un cucchiaio di semi di finocchio pestati
  • due cucchiaini di bacche di ginepro schiacciate( o mirto se siete fortunati)
  • un cucchiaio di timo secco

Per la salsa Thousand Islands

  • 200 gr. di mayonese
  • due cucchiaini di Tabasco (o altra salsa al peperoncino piccante)
  • due cucchiai di salsa Ketchup
  • due cucchiaini di salsa Worchestershire
  • un cucchiaio di cetriolini sottaceto tritati
  • un cucchiaio di peperoni grigliati sott’olio tritati
  • un uovo sodo intero tritato
  • erba cipollina tritata
  • prezzemolo tritato
  • sale-pepe

PROCEDIMENTO

Prendete la pancetta di maiale ed incidete la cotenna prima orizzontalmente e poi verticalmente con un coltello ben affilato.

Preparate il Dry RUb e spargetelo sulla carne e sulla cotenna, massaggiando bene e facendo penetrare la marinatura nelle incisioni praticate.

La carne cosi preparata deve marinare in frigo per almeno 12 ore.

Quando è trascorso un tempo sufficiente, accendete il forno in modalità statica e portatelo ad una temperatura di 170°

Mettete la pancetta in un contenitore da forno con la cotenna rivolta verso l’alto. Coprite tutto con carta alluminio sigillando bene le fessure. Il vostro contenitore deve diventare come un piccolo barbecue chiuso da un bel coperchio.

Quando il forno ha raggiunto la temperatura, abbassate a 150°,  infornate la pancetta e lasciate cuocere senza mai togliere l’alluminio per circa tre ore.

Nel frattempo preparate la salsa unendo tutti gli ingredienti che vi ho descritto.

Dopo circa tre ore controllate la cottura della carne togliendo la copertura di carta alluminio. Vedrete che la pancetta avrà rilasciato moltissimo grasso: scolatene un pò e con il rimanente irrorate la cotenna.

La carne sarà pronta quando la vedrete tenera e riuscirete a sfilacciarla.  Terminate la cottura senza il foglio d’alluminio in modo che la cotenna diventi croccante.

  • Preparazione: 15 più il tempo necessario per la marinatura Minuti
  • Cottura: 4 Ore
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 6-8 persone
  • Costo: Medio

Note

/ 5
Grazie per aver votato!
secondi piatti

Informazioni su Elena food2share

Ciao a tutti. Una piccola presentazione e' d'obbligo. Sono Elena, vivo in Friuli Venezia Giulia, non sono una chef ma solamente una persona a cui piace cucinare piatti facili e soprattutto che appaghino l'anima e lo spirito. Ho avuto la fortuna di viaggiare molto, principalmente in Asia, e cosi ho potuto conoscere, scoprire ed utilizzare tanti ingredienti che forse al pubblico italiano sono ancora sconosciuti. Questo è il mio mio viaggio quotidiano nella cucina che spero di poter condividere con tutti voi. Il cibo è condivisione, la condivisione è una bellissima forma di umanità ed amicizia. Lasciate pure i vostri commenti, BUON APPETITO

Precedente Il plumcake classico Successivo Caponata primaverile di carciofi

Lascia un commento