Panettone gastronomico

Panettone gastronomico. Il Panettone gastronomico mancava nel mio repertorio di ricette. Un bellissimo panettone panbrioche di tramezzini  che ormai, da alcuni anni, propongo come accompagnamento all’aperitivo il giorno di Natale. Ringrazio Claudia del Blog “Cucina con Claudia” da cui ho preso spunto per gli ingredienti della base del panettone e condivido con piacere questa ricetta che riscuote sempre tanto successo.

Panettone gastronomico - Così cucino io
  • DifficoltàAlta
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo6 Ore
  • Tempo di cottura45 Minuti
  • Porzioni20 pezzi
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Panettone

  • 150 gfarina manitoba
  • 150 gfarina 00
  • 1/2 bustinelievito di birra secco
  • 125 mllatte
  • 1uovo
  • 45 gburro
  • 15 gzucchero
  • 1/2 cucchiainosale fino

farcitura

  • q.b.maionese
  • 100 gprosciutto cotto
  • 2uova
  • 200 gTonno sott’olio
  • 1 cucchiaiocapperi sotto sale
  • 2 filettiacciuga sott’olio
  • 1 tazzaInsalata russa
  • 200 gspinaci lessati
  • 100 gricotta
  • 2 cucchiaifunghi sott’olio
  • q.b.sale

Strumenti

  • Pirottino di carta da mezzo kg

Preparazione

  1. Panettone gastronomico - Così cucino io

    Panettone gastronomico. Versare nella planetaria le farine, aggiungere lievito liofilizzato e zucchero e avviare la funzione impasto aggiungendo, a poco a poco, il latte tiepido e l’uovo. Unire il sale e il burro a pomata, poco alla volta, finchè l’impasto sarà liscio e morbido.

    NB: In assenza di planetaria è possibile eseguire l’impasto a mano, seguendo lo stesso procedimento.

    Mettere l’impasto, modellato a palla, in una ciotola coperto con pellicola e farlo lievitare un paio d’ore (fino al raddoppio).

    Riprendere l’impasto lievitato e lavorarlo delicatamente per alcuni minuti sul tavolo infarinato, riformare una palla e metterla dentro allo stampo di carta. Coprirlo e lasciarlo riposare finchè lievita raggiungendo il bordo dello stampo (o quasi!), saranno necessarie dalle 3 alle 4 ore.

    Spennellare delicatamente con un pennello bagnato di latte e infornare a 180° per circa 45 minuti.

    Sfornare il panettone e farlo raffreddare completamente. Metterlo in un sacchetto di nylon per alimenti, chiuderlo bene e lasciarlo riposare fino al giorno successivo (ma anche 2-3 giorni!).

    Riprendere il panettone, tagliare la calottina che servirà come coperchio e proseguire a tagliare il panettone orizzontalmente formando delle fette circolari di un cm. circa di altezza. In questo modo si otterranno 10 fettine.

    Farcire le fette circolari con farce a piacere, spalmando le fette di base con maionese e alternando gli ingredienti per ottenere tramezzini di gusto diverso.

    Farcitura:

    Con queste dosi ho ottenuto 5 dischi farciti di gusti diversi:

    Uova prosciutto cotto e maionese

    Insalata russa

    Salsa di tonno e cipolline sott’aceto

    Crema di ricotta e spinaci

    Funghi e mionese

    Per l’insalata russa, la ricetta è qui.

    La salsa di tonno si ottiene passando al mixer tonno sott’olio sgocciolato, uno o due filetti di acciuga sott’olio, qualche cappero e maionese.

    Per la crema di spinaci basta mescolare un pugno di spinaci lessati, ben strizzati e tritati a ricotta fresca.

    Per la crema di funghi è sufficiente tritare qualche cucchiaio di funghi sott’olio e mescolarli a maionese.

    Mettere il panettone, farcito e coperto con la sua calottina, in frigo per un’ora circa ben protetto da pellicola. Poco prima di consumarlo, tagliarlo verticalmente con un taglio a croce.

    Ogni strato sarà formato da 4 tramezzini pertanto con queste dosi ho ottenuto 20 tramezzini di gusti differenti…

    Ognuno si servirà a seconda dei propri gusti…..

    Buon appetito!

Ancora un consiglio…..

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirmi sulla mia pagina Facebook Così cucino io.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.