Crea sito

Risotto di zucca e radicchio di chioggia

Risotto di zucca e radicchio di Chioggia.
Ennesimo risotto a base di zucca, oggi abbinato alla “rosa di Chioggia”, tipico radicchio veneto che rappresenta, con il tardivo di Treviso, una delle eccellenze della nostra regione…

Leggi anche:
Risotto di zucca e radicchio tardivo
Risotto di zucca e salsiccia trevisana
Risotto di zucca e funghi porcini

Risotto di zucca e radicchio di chioggia
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo2 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 150 griso vialone nano
  • 1 fettazucca marina di chioggia
  • 1 cesporadicchio rosso di chioggia (piccolo)
  • q.b.olio extravergine di oliva
  • Mezzacipolla bianca
  • q.b.sale
  • 1 pizzicopepe
  • q.b.brodo vegetale
  • 1 ramettorosmarino
  • 30 gburro
  • 1 cucchiaiolatte
  • q.b.parmigiano grattugiato

Strumenti

  • Casseruola

Preparazione

  1. Risotto di zucca e radicchio di Chioggia.

    Pulire lavare e tagliare la zucca a spicchi e cuocerla a vapore, in pentola a pressione, per 5 minuti a partire dal sibilo.

    Pulire lavare e tagliare il radicchio a julienne e tenerlo da parte.

    Aggiungere al brodo vegetale un pezzetto di zucca, una foglia di radicchio, qualche ago di rosmarino e portare a bollore.

    Soffriggere dolcemente la cipolla tritata in poco olio extravergine di oliva, aggiungere la zucca schiacciata grossolanamente con una forchetta e far insaporire per 4-5 minuti.

    Versare il riso sulla zucca, farlo tostare a fuoco piuttosto vivace, iniziare ad aggiungere il brodo e portare il riso a cottura a fuoco basso, aggiungendo, a mano a mano, il brodo aspettando sempre che il brodo precedente sia stato completamente assorbito prima di aggiungerne altro.

    Dopo 7-9 minuti circa, aggiungere metà del radicchio tagliato a julienne.

    A fine cottura, dopo 15-18 minuti circa, allontanare dal fuoco, aggiungere una noce di burro, il cucchiaio di latte, q.b. di formaggio parmigiano grattugiato (io non lo metto!) e qualche ago di rosmarino.

    Mescolare bene per amalgamare, coprire con il coperchio per 2 minuti, mantecare con vigore per ottenere l’effetto “all’onda” e servire nei piatti, completando con il radicchio crudo rimasto, spolverato in superficie.

    Accompagnare con parmigiano grattugiato servito a parte e servire subito ben caldo.

    Buon appetito!

Consiglio….

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirmi sulla mia pagina Facebook COSI’ CUCINO IO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.