Coniglio in salmì (ricetta rivisitata)

Coniglio in salmì, ricetta rivisitata. Non è proprio un vero salmì: Non ho fatto tempo a marinare il coniglio (come andrebbe fatto!) con le verdure perchè ho deciso di preparare questo piatto all’ultimo momento, per il salmì è più indicato il vino rosso, io ho usato il bianco, mi sembrava così di realizzare un piatto meno invernale. Il risultato, però, è stato ottimo! Peccato, non ho fatto la polenta! Ma prometto: la prossima volta coniglio in salmì con polenta.

Leggi anche:

Coniglio alla birra al forno

Coniglio e peperoni gialli

Coniglio in salmì - Così cucino io
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Cottura:
    50 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • mezzo coniglio (a pezzi)
  • 1 fegato di coniglio
  • 1 carota
  • 1 costa sedano
  • 1 spicchio aglio
  • 1 cipolla (piccola)
  • 1 rametto timo fresco
  • 1 rametto rosmarino
  • 2 foglie salvia
  • q.b. olio extravergine di oliva
  • q.b. brodo vegetale
  • q.b. sale
  • 1 pizzico Pepe nero
  • 1 bicchiere vino bianco
  • 2 cucchiai marsala
  • 2 filetti alici sott’olio
  • q.b. Sale grosso
  • mezzo bicchiere aceto bianco
  • mezzo cucchiaino concentrato di pomodoro

Preparazione

  1. Coniglio in salmì, ricetta rivisitata. Mettere, per circa mezz’ora, il coniglio in acqua, aceto e qualche grano di sale grosso, sciacquarlo, asciugarlo e rosolarlo in una padella antiaderente, a fuoco vivace senza condimento (come ho già spiegato in altre ricette, uso questo procedimento per qualsiasi ricetta a base di coniglio).

    Tritare carota, sedano, cipolla e aglio e far rosolare il trito in qualche cucchiaiata di olio extravergine di oliva. Aggiungere i pezzi di coniglio e gli aromi e far rosolare.

    Sfumare con il vino, far evaporare, insaporire con sale e pepe, concentrato di pomodoro e cuocere, con il coperchio a metà, per circa 40 minuti aggiungendo quando necessario poco brodo vegetale.

    A parte, far rosolare in poco olio il fegato, aggiungere i filetti di acciuga, l’alloro e il timo, bagnare con marsala, far evaporare, aggiungere sale e pepe e portare a cottura per circa 20 minuti (eventualmente aggiungere qualche cucchiaio di brodo vegetale).

    Eliminare il timo e l’alloro, passare il fegato ancora caldo al minipimer e aggiungere la cremina ottenuta al coniglio.

    Cuocere ancora per 10-15 minuti per amalgamare i gusti e servire molto caldo nappando le porzioni di coniglio con il sugo denso e saporito.

    Non è il vero e proprio salmì, ma vi assicuro, è molto molto buono!

    Buon appetito!

Consiglio del giorno….

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirmi sulla mia pagina Facebook COSI’ CUCINO IO

Precedente Krapfen alla crema Successivo I galani di venezia

2 commenti su “Coniglio in salmì (ricetta rivisitata)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.