Risotto di capesante al profumo di timo

Risotto di capesante al profumo di timo. Dal pescivendolo la chiamano polpa di capesante, non sempre si trova, e consiste in capesante vendute sfuse, senza guscio, a peso. Basta pulirle, sciacquarle bene e utilizzarle nel modo preferito. Nella pasta, nel riso, al forno gratinate a piacere…..Oggi ho scelto il risotto che, sfidando il caldo, ho preparato profumandolo in fine cottura, con foglioline di timo fresco….sembra impossibile, ma il tocco finale fa proprio la differenza….

Leggi anche:

Risotto di capesante e brodo di branzino

Tagliolini di capesante e fiori di zucca con burro di cacao

Capesante fritte al profumo di lime

Capesante al forno

Risotto di capesante al profumo di timo - Così cucino io
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    18-19 minuti
  • Porzioni:
    2
  • Costo:
    Alto

Ingredienti

  • 300 g capesante (già sgusciate)
  • 150 g riso carnaroli
  • q.b. olio extravergine di oliva
  • 1 bicchiere vino bianco secco
  • 750 ml brodo vegetale (meglio se di pesce)
  • 1 pizzico sale
  • 1 pizzico Pepe
  • 1 foglia alloro
  • 1 rametto timo fresco
  • 50 g burro

Preparazione

  1. Pulire le capesante eliminando la parte trasparente che le avvolge e la parte scura. Lavare accuratamente i molluschi.

    Scaldare qualche cucchiaio di olio evo, rosolarvi le capesante, sfumare con mezzo bicchiere di vino bianco, insaporire con sale e pepe e far cuocere per pochi minuti.

    Togliere le capesante dalla casseruola (senza il loro liquido di cottura) e tenerle da parte.

    Versare il riso nel sugo delle capesante, farlo tostare, versare il rimanente prosecco, farlo evaporare e portarlo a cottura aggiungendo, a poco a poco, il brodo profumato da una foglia di alloro. Come al solito, aggiungere nuovo brodo solo quando il precedente sarà completamente assorbito.

    Cinque minuti prima di spegnere il fuoco, aggiungere al risotto le capesante tenute da parte.

    A cottura ultimata, allontanare dal fuoco, aggiungere il burro e il timo fresco, mantecare bene per ottenere l’effetto all’onda e far riposare coperto per 2 minuti prima di servire in tavola.

    Buon appetito!

Consiglio del giorno…..

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirmi sulla mia pagina Facebook Così cucino io.

Precedente Polpettine di melanzane Successivo Piccole mazzancolle in salsa rosa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.