Zucca “in saor” (in carpione)

Zucca in saor. L’avevo assaggiata ad un pranzo in un agriturismo, non avevo chiesto la ricetta, ma avevo capito che il principio era quello delle “sarde in saor”, ma come cuocere la zucca? Ho provato a cuocerla a vapore,  in pentola a pressione  ed ho ottenuto un ottimo risultato! Esperimento riuscitissimo! La prima volta l’ho fatta con le cipolle bianche di Chioggia, oggi con quelle rosse di Tropea…..ricetta perfetta comunque….

Zucca in saor - Così cucino io
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    30 minuti minuti
  • Cottura:
    30 minuti minuti
  • Porzioni:
    4-6 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • mezza zucca marina di chioggia
  • 2 cipolle rosse di tropea
  • q.b. olio extravergine di oliva
  • 1 pizzico sale
  • 1 pizzico pepe
  • 1 cucchiaio pinoli
  • 1 cucchiaio uvetta sultanina
  • 1 foglia alloro
  • 1 pizzico zucchero
  • qualche cucchiaio aceto bianco

Preparazione

  1. Dopo aver pulito dai semi e lavato la zucca, tagliarla a spicchi  e cuocerla, in pentola a pressione, sul cestello per cottura a vapore, per 2 minuti dal sibilo (deve rimanere piuttosto soda).

    Lavare l’uvetta sultanina e tenerla a bagno, nell’acqua tiepida, per mezz’ora circa.

    Far tostare, leggermente, in un padellino, i pinoli.

    Tagliare a fettine sottili la cipolla e fatta stufare nell’olio a fuoco basso senza farla colorire, insaporire con  sale, pepe e un pizzico di zucchero e una foglia di alloro, continuando la cottura finchè è appassita (mezz’ora circa).

    Bagnare con l’aceto, farlo evaporare e aggiungere l’uvetta ben strizzata e i pinoli.

    Tagliare gli spicchi di zucca in fettine da un cm. circa e disporle in un piatto da portata coprendola con la cipolla in saor.

    Lasciarla riposare 24 ore circa e consumarla come antipasto o come contorno a carni alla griglia, salsicce, costicine…..

    Buon appetito!

Consiglio del giorno…

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirmi sulla mia pagina Facebook  COSI’ CUCINO IO

 
Precedente Castradina Successivo Fuselli di pollo alla clementina

Lascia un commento