Petto d’anatra al vino rosso

Prove generali per Pasqua. Petto d’anatra. Un piatto completamente nuovo per me. L’avevo gustato in un ristorante e mi era piaciuto molto, ma non l’avevo mai preparato e, dico la verità, la sua preparazione mi spaventava un po’! Da qualche settimana il petto d’anatra aspettava nel freezer che io mi decidessi a farlo….finalmente ho preso il coraggio a quattro mani e…….fatto! Beh, è stato più facile di quanto pensassi anche se bisogna attenersi a qualche regola importante. La mia scelta di seguire i consigli di di Gordon Ramsay per la cottura, è stata indovinata e mi è riuscito proprio bene. L’ho accompagnato ad una salsa al vino rosso che però, non si è addensata alla perfezione, ma ho capito perchè: dovevo farla ridurre a fuoco più lento e per più tempo. Nel complesso, sono soddisfatta e soprattutto convinta che la prossima volta sarà perfetto…….

Petto d'anatra al vino rosso-Così cucino io

Ingredienti:

Petto d’anatra (circa 900 gr.)

un quarto di vino rosso corposo (io nobile di Montepulciano)

2 cucchiaini di aceto balsamico

3-4 cucchiaini di miele d’acacia

un pezzetto di stecca di cannella

2 chiodi di garofano

qualche ago di rosmarino

sale grosso

una macinata di pepe nero

facoltativo: una puntina di amido di mais

Collage petto d'anatra

Preparare la riduzione di vino mettendolo in una casseruola con l’aceto balsamico, il chiodo di garofano, la cannella e il miele e cuocerlo lentamente finchè si riduce a 2/3 (ci vorrà circa un’ora abbondante). Eventualmente addensare con una punta di amido di mais.

Portare il forno a 200°.

Dopo aver tolto con una pinza le eventuali piumette dalla pelle del petto d’anatra, massaggiarlo con sale grosso e pepe macinato di fresco.

Con un coltello tagliente, incidere con 3-4 tagli in diagonale la pelle creando dei rombi.

Appoggiare il petto d’anatra sulla teglia per arrosti a fondo antiaderente, a freddo, appoggiandolo dalla parte della pelle. Cuocere per una decina di minuti. Il grasso si scioglierà e la pelle diventerà colorata e croccante. Girare il petto d’anatra e farlo cuocere per qualche minuto dall’altra parte.

Togliere la carne dalla casseruola, tenerla al caldo ed eliminare il grasso formatosi  nella teglia.

Rimettere il petto d’anatra nella pentola, dalla parte della pelle e infornare a 200° per 7-8 minuti. La carne dovrà rimanere rosata affinchè risulti morbida e gustosa. Se più cotta, la carne prende una colorazione scura e si asciuga troppo.

Disporre il petto sul piatto da portata, tagliarlo a fette e servirlo accompagnando con la salsa al vino rosso.

Petto d'anatra al vino rosso-Così cucino io

 

Precedente Penne gamberi e pesto al basilico e mandorle Successivo Risotto gamberetti e calamari al finocchietto selvatico

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.