Crea sito

Castraure di Sant’Erasmo in insalata (Carciofi crudi)

Come ho già avuto modo di raccontarvi, le castraure sono carciofi tipici di sant’ Erasmo, isola della laguna veneziana che, ai tempi della Serenissima Repubblica di Venezia, veniva chiamata l’orto di Venezia proprio perchè ricca di prodotti ortofrutticoli.  La castraura è il primo frutto apicale della pianta che viene tagliato per permettere lo sviluppo degli altri carciofi laterali (chiamati botoli). Sono ottimi fritti in pastella, saltati in tegame con aglio e prezzemolo, ma, per la loro tenerezza e il loro sapore delicato e leggermente amarognolo, sono molto apprezzati crudi……un antipasto davvero raffinato….

Castraure

Insalatina di castraure-Così cucino io

Pulire le “castraure” dalle foglie esterne più dure e dalle spinette e tuffarle, man mano, in acqua acidulata con succo di limone.

Scolarle bene, asciugarle tamponandole con carta da cucina e tagliarle a rondelline molto sottili.

Condirle con sale, pepe nero, olio extravergine di oliva e succo di limone.

Semplici semplici, buone buone…..

8 Risposte a “Castraure di Sant’Erasmo in insalata (Carciofi crudi)”

  1. Cara Elena, che ricordi di Sant’Erasmo… Ci andavo in barca con mio papà ( a remi…) e lui diceva che la famosa pubblicità dell’amaro con Calindri, senz’altro era stata fatta li’, vista l’estensione dei campi di carciofi.. Chissà se ora sarà ancora così… Il piatto e’ semplice ma buonissimo. Buona serata. Carla

  2. Che bei ricordi Carla! Adesso è un po’ tutto cambiato, ma i carciofi si producono ancora, le castraure in vendita sono pochissime (penso che i ristoranti se le prenotino tutte!), ma i famosi carciofi violetti si trovano in abbondanza….Grazie, grazie mille e a presto Elena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.