Brasato al barolo (ricetta con la pentola a pressione)

Oggi ospiti. Ottimo pranzo in piacevole compagnia: carne chianina e una bottiglia di barolo……….

Brasato al barolo Così cucino io

Ingredienti:

800 gr. di manzo (cappello del prete)

2 cipolle bianche

2 spicchi d’aglio

2 carote

2 pezzetti di sedano

una bottiglia di barolo

q.b. di olio extravergine di oliva

2 chiodi di garofano

2-3 bacche di ginepro

salvia e rosmarino

2 foglie di alloro

sale e pepe

Tagliare le verdure a pezzi e preparare una marinatura con mezza bottiglia di vino, metà verdure e parte degli aromi, immergervi la carne, coprire e lasciar riposare in frigorifero per circa 12 ore.

Far soffriggere, delicatamente,  nella pentola a pressione, inn qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva, le verdure rimaste, unire la carne, farla rosolare, aggiungere sale, pepe, salvia e rosmarino freschi (legati a mazzetto) e il resto degli aromi. Bagnare con il rimanente vino, farlo evaporare, aggiungere anche un bicchiere di brodo vegetale e chiudere la pentola. Al sibilo, abbassare la fiamma e cuocere per 40 minuti. Sfiatare la pentola, togliere il pezzo di carne e tenerlo da parte. Eliminare il mazzetto aromatico e gli aromi e passare il sugo al minipimer. Rimettere la carne nella pentola e far consumare, senza coperchio.

Tagliare il brasato a fette e servirlo con la sua salsina accompagnato da patate brasate  nello stesso sughetto. Ottimo anche con purè, verdura cotta, funghi champignon trifolati….

Brasato al barolo Così cucino io

 PS: Per abitudine, non uso mai il vino e gli aromi utilizzati nella marinata, preferisco usare metà di tutto per la marinata e il resto per cuocere. Non ho un motivo preciso, da sempre faccio così e mi trovo bene. Naturalmente, se lo preferite, usate come nel metodo tradizionale, gli ingredienti della marinata anche in cottura!

Partecipo con questa ricetta al contest:

bannercontestbirravino (1)

 

 

Precedente E' arrivato il Carnevale...Frittelle e castagnole (ricette della nonna) Successivo Cavolo rosso in agrodolce con mela al profumo di arancia (ricetta austriaca)

2 commenti su “Brasato al barolo (ricetta con la pentola a pressione)

  1. Ma dai Stefano! Non posso credere! Anch’io quando ho tempo non uso la pentola a pressione, perchè ho più soddisfazione, ma ti assicuro, è un valido aiuto e soprattutto la riuscita del piatto non ne risente se usi certe accortezze! Per i tempi, non è difficile, parti dalle istruzioni della pentola e piano piano impari….. Io non saprei cuocere le patate bollite senza pentola a pressione! Grazie della tua costante presenza e….a presto

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.