Timballo di maccheroncini ragù e piselli

I maccheroncini mi fanno sempre  pensare ad un  timballo perchè è una pasta indicatissima per questa preparazione; mantiene la cottura, non scuoce, prende bene il condimento e da’ ottimi risultati.

L’ho preparato in questo modo:

Ingredienti:

300 gr. di maccheroncini Benedetto Cavalieri

Per il ragu’:

300 gr. di macinato di manzo e maiale

250 gr. di piselli lessati precedentemente

mezza cipolla

mezza carota

mezzo gambo di sedano

400 gr. di passata di pomodoro

mezzo bicchiere di vino rosso

salvia e rosmarino

un chiodo di garofano

mezza foglia di alloro

sale e pepe

q.b. di olio extravergine di oliva

Per la besciamella:

750 gr. di latte fresco intero

75 gr. di burro

75 gr. di farina

sale

pepe

un pizzico di noce moscata grattugiata

Tritare cipolla sedano carota e soffriggere il trito in olio extravergine di oliva. Aggiungere la carne macinata, sale e pepe e cuocere per una decina di minuti girando spesso. Bagnare con il vino, far evaporare e unire la salsa di pomodoro e gli aromi. Portare a bollore e cuocere per un’oretta circa coperto a metà, finchè gli ingredienti si amalgamano bene e il liquido si restringe. Aggiungere i piselli, cuocere per altri 20 minuti circa e far intiepidire.

Sciogliere il burro in una casseruola, aggiungere la farina e mescolare. Unire al roux ottenuto,  il latte versandolo a poco a poco girando con una frustina. Aggiungere il sale e cuocere, sempre mescolando, finchè il composto diventa cremoso e liscio e perde il sapore di farina. Aggiustare di sale, unire la grattatina di noce moscata  e far intiepidire.

Cuocere la pasta tenendola al dente (metà cottura indicata), scolarla e condirla con parte del ragù (circa tre quarti).

Imburrare e spolverare di pangrattato una pirofila e fare un primo strato di pasta, coprire con besciamella e continuare con gli strati (3). L’ultimo strato sarà di besciamella e verra’ nappato con il ragù lasciato da parte.

Spolverare di parmigiano grattugiato e infornare a 180° per 20-25 minuti. Estrarre dal forno, aspettare 10 minuti prima di servire e……..Buon appetito

Partecipo con questa ricetta al contest di Atmosfera italiana:

 

 

 

Precedente Tradizione e Halloween Successivo Le mie rosette

16 commenti su “Timballo di maccheroncini ragù e piselli

  1. raramente faccio i timballi con la pasta ma mi piacciono molto, si può inventare parecchio e piacciono sempre! buonissima la tua versione!

  2. Vicky, anch’io non avevo l’abitudine di fare timballi con la pasta, ma dopo aver scoperto la loro bontà……….ci ho preso gusto! Buona serata

  3. Hai proprio ragione Tina carissima! L’unico difetto che hanno è sempre il solito…………..non sono proprio dietetici! Ma chi se ne importa! Notteeeeeee!

  4. timballo.. che nome, mi ha sempre fatto ridere da ragazzino. Qui la chiamiamo semplicemente pasta infornata. Comunque, qualunque sia il nome, è comunque bono!

  5. E’ vero Stefano, timballo fa un po’ ridere…….io l’ho sempre chiamata pasta al forno o pasticciata, ma……… vuoi mettere timballo? Tutta un’altra cosa! Grazie e a risentirci!

  6. carlo il said:

    Bella e “buona” preparazione. Complimenti. Timballi e pasticci sono tra i miei primi piatti preferiti. Ciao.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.