Tagliolini con seppie in nero

E’ un altro piatto tipico della cucina veneziana. Le seppie, cotte in umido con l’aggiunta del loro “nero” (la vescichetta di liquido che serve loro come difesa quando sono in pericolo), costituiscono un succulento condimento per i tagliolini facendone una pietanza dal gusto unico e inconfondibile. 

Ingredienti:

600 gr. di seppie

250 gr. di tagliolini all’uovo

uno spicchio di aglio

un bicchiere di vino bianco secco

200 gr. di passata di pomodoro

un cucchiaino di concentrato di pomodoro

sale e pepe

un cucchiaino di aceto

q.b. di olio extravergine di oliva

q.b. di prezzemolo tritato

una fogliolina di alloro

Pulire e lavare le seppie, conservando da parte il “sacchettino di nero” e tagliarle a striscioline.

Scaldare l’aglio in qualche cucchiaiata di olio extravergine di oliva, toglierlo e bagnare con vino bianco (il vino si mette prima delle seppie, perche’ altrimenti l’alcol prima di evaporare, ne indurisce la polpa). 

Aggiungere i molluschi, salare, pepare, unire il nero, il pomodoro passato e concentrato, l’alloro e cuocere con il coperchio a metà per circa 40 minuti. A fine cottura, prima di spegnere il fuoco, aggiungere anche  l’aceto (solo un cucchiaino!).

Le seppie cotte in questo modo sono ottime come secondo piatto accompagnate da polentina bianca morbida, ma esaltano in modo particolare anche la pasta ed il riso. Quindi la prossima ricetta con le seppie…………..risottoooooooooooo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.