Crea sito

Colomba pasquale

 Obiettivo raggiunto: Ecco la Colomba a lievitazione naturale delle mitiche sorelle Simili. Ho seguito alla lettera i loro consigli e pare siano riuscite proprio bene. Ora aspetto con ansia domenica per l’assaggio, poi vi saprò dire………..

Prima di tutto ho coltivato il lievito madre rinfrescandolo per 2 giorni consecutivi in questo modo:

Primo giorno:

1° rinfresco: Ho impastato per 10 minuti  50 gr. LM + 100 gr. di farina 0 (di forza) + 50 gr. di acqua tiepida, ho fatto una pagnottina, tagliata a croce e fatto lievitare per 3 ore al caldo + un’ora a temperatura ambiente.

2° rinfresco: Dopo aver impastato per 10 minuti 100 gr. di LM del primo rinfresco con 100 gr. di farina 0 e 50 gr. di acqua, ho formato un filoncino che ho avvolto molto stretto  in un tovagliolo, legato a salsicciotto con spago da cucina e posto, leggermente compresso, in una ciotola, coperto con il coperchio e  fatto riposare per tutta la notte. Al mattino l’impasto aveva tentato di uscire dal tovagliolo e si era esternamente seccato. Per la fase successiva ho usato solo la parte più morbida e interna.

Secondo giorno:

Primo rinfresco: Ho impastato per 10 minuti 50 gr. di LM del rinfresco precedente + 100 gr. di farina 0 + 50 gr. di acqua tiepida; solita pagnottina tagliata a croce e lievitazione per 3 ore al caldo + un’ora a temperatura ambiente.

Secondo rinfresco: Come sopra con dosi differenti: 100 gr. di LM del primo rinfresco + 100 gr. di farina 0 + 50 gr. di acqua tiepida.

Terzo rinfresco:  Come il secondo rinfresco

A questo punto, pronto il Lievito Madre,  ho iniziato la vera lavorazione della colomba:

Ingredienti (con queste dosi  ho ottenuto 2 colombe da 750 gr.)

Primo impasto:

120 gr. di LM

110 gr. di burro morbido

110 gr. di zucchero

200 gr. di latte tiepido

1 uovo+ 2 tuorli

350 gr. di manitoba

150 gr. di farina 00

Con l’aiuto dell’impastatrice, ho lavorato tutti gli ingredienti mettendo il burro alla fine, quando l’impasto è omogeneo e si stacca dalle pareti della ciotola dell’impastatrice.

Ho fatto riosare l’impasto, coperto, tutta la notte (deve raddoppiare di volume).

Secondo impasto:

25 gr. di zucchero a velo

30 gr. di burro

15 gr. di farina di mandorle

150 gr. di arancio e cedro canditi a dadini

1 tuorlo d’uovo

4 gr. di sale

una stecca di vaniglia (aperta per lungo e raschiata per estrarre i semi)

 Ho amalgamato tutti gli ingredienti con il primo impasto mettendo  il burro alla fine, fatto riposare mezz’ora e distribuito sulle 2 forme di carta.

Dovevano lievitare ancora 3-4 ore, in realtà le ore sono diventate 6 (mi sembrava non si alzassero mai, che stress!)

 Ho preparato una glassa mescolando accuratamente 75 gr. di farina di mandorle + 130 gr. di zucchero + 50 gr. di albume e l’ho distribuita delicatamente sulle colombe usando una tasca con la bocchetta liscia poi ho completato con mandorle tostate pelate e non, zucchero in granella e sopra di tutto con una spolverata di zucchero a velo.

 

 Forno a 180° per 30 minuti (prova stecchino sempre!!!!!)

Eccole:


Buona Pasqua a tutti

 

 Partecipo con questa ricetta al contest:

 

3 Risposte a “Colomba pasquale”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.