Zeppole di San Giuseppe – ricetta tradizionale

Per me il 19 marzo rappresenta non solo la festa del papà… ma anche l’occasione per gustare le famosissime zeppole di San Giuseppe!
Da buona abruzzese con un po’ di sangue teramano nelle vene, sono stata abituata a vederle in tavola a far bella mostra di se’ proprio il 19 marzo, e non a Carnevale come invece accade in altre zone d’Italia.

da WIKIPEDIA:
Con il nome di “zeppola” (chiamata ‘a zeppola o zéppele) si indica un dolce tipico della tradizione pasticcera italiana che è preparato con modalità leggermente diverse nelle varie regioni. In Italia meridionale è un dolce tipico della festa di San Giuseppe ed è perciò detta zeppola di San Giuseppe, in altre zone è invece un dolce carnevalesco.

A Teramo città e nelle vallate attigue, dal Gran Sasso fino al mare, nel giorno di San Giuseppe, è tradizione che il pranzo termini gustando una zeppola di San Giuseppe. La zeppola teramana è una sorta di bignè più grande nella forma, con all’interno della crema pasticciera rigorosamente bianca con l’aggiunta di una amarena.

Ormai è difficile trovare qualcuno che “perda tempo” a preparare in casa le zeppole, è più facile recarsi in pasticceria e presentarsi con il vassoietto pronto e confezionato…
Invece grazie a questa ricetta passatami dalla signora Tina (che ringrazio sentitamente), preparare delle ottime zeppole in casa non è affatto un’impresa ardua.

Io le preferisco al forno perché sono più leggere, ma è possibile anche friggerle.

zeppole

LE ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE

INGREDIENTI
300 ml di acqua
125 gr di burro morbido
un pizzico di sale
250 gr di farina
4 uova
1 fiala di aroma vaniglia
la buccia grattugiata di un limone

crema pasticcera q.b.
amarene o marmellata a piacere
zucchero a velo q.b.

PROCEDIMENTO
Tagliamo il burro a pezzetti, buttiamolo in acqua con un pizzico di sale e portiamo ad ebollizione.
Non appena raggiunto il bollore, togliamo dal fuoco e versiamo in un solo colpo tutta la farina, avendo cura di mescolare velocemente con un cucchiaio di legno onde evitare che si formino grumi.
Poniamo nuovamente sul fuoco e, a fiamma bassissima, continuiamo ad amalgamare con il cucchiaio di legno finché non avremo ottenuto una palla (noterete che sul fondo della pentola avrà iniziato a formarsi una sottile patina bianca).

Spegniamo, trasferiamo l’impasto nella ciotola della planetaria e lasciamo intiepidire.
Una volta tiepido, azioniamo l’impastatrice e versiamo UNO ALLA VOLTA le uova.
Amalgamiamo per bene unendo anche l’aroma di vaniglia e la buccia di limone.

Riempiamo con l’impasto una tasca da pasticcere (oppure una siringa) con beccuccio a stella e sulla teglia coperta di carta forno formiamo delle piccole ciambelle – bisogna cercare di chiudere un pochino il fondo ed eventualmente fare 2 giri in modo da creare una specie di “nido” dove poi verseremo la crema.

zeppole

Inforniamo a 200°C in forno già caldo per una ventina di minuti, ovvero fino a quando avranno ottenuto un bel colore biondo scuro.

Riempiamo le zeppole con la crema pasticcera, creando una sorta di “corona” sulla quale andremo a posizionare l’amarena o un pochino di marmellata/topping a piacere.

Spolverate con zucchero a velo ed ecco pronte le vostre zeppole: troppo buone per poter resistere!
Se preparate poi in versione mignon…sono ancora più golose! Una tira l’altra! 🙂

zeppole

Precedente I Dorayaki giapponesi - ricetta dolce idea Successivo Pane arabo all'italiana - la ricetta

3 commenti su “Zeppole di San Giuseppe – ricetta tradizionale

    • Pane Amore e Fantasia! il said:

      Provale e sicuramente ti piaceranno 🙂
      In bocca al lupo per il blog, vedrai sarà un’esperienza entusiasmante 😉

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.