Torta fredda a rosa simil cheesecake

Mi sono innamorata di questa torta fredda non appena l’ho vista su Pinterest. Bellissima.
Una torta a forma di rosa, senza cottura, semplicemente perfetta. A casa ho lo stampo in silicone adatto e non potevo non provarla!
Per me è quindi doveroso ringraziare la bravissima Chez Bibia che ha creato questo capolavoro e cui ho “scopiazzato” l’idea. Ho leggermente modificato gli ingredienti in base a quel che avevo in casa e devo dire che è venuta buonissima. Per la ricetta originale vi rimando qui.

torta fredda a rosa

TORTA FREDDA A ROSA

INGREDIENTI
250 gr di fragole
200 gr di zucchero semolato
250 gr di ricotta vaccina
250 gr di yogurt greco
12 gr di gelatina in fogli
150 ml di panna fresca
200 gr di pavesini
100 ml di latte

torta fredda a rosa  torta fredda a rosa

PROCEDIMENTO
Tagliate in più pezzi 3 fogli di gelatina e metteteli in ammollo, in acqua fredda, per una decina di minuti.
Intanto lavate e pulite le fragole, tagliatele a pezzettini e versatele in un pentolino antiaderente.
Aggiungete 50 gr di zucchero semolato e lasciate cuocere a fuoco dolce finché lo zucchero non risulterà completamente sciolto.

Con un frullatore a immersione frullate le fragole ancora calde e aggiungete la gelatina ben strizzata, mescolando accuratamente per farla sciogliere.

Versate la purea nell’apposito stampo in silicone e sistematelo in frigorifero per un’oretta circa.

Quando la purea di fragole risulterà ben solidificata, iniziate a lavorare la ricotta a crema con lo zucchero rimasto, unite lo yogurt e mescolate per bene ottenendo un composto liscio ed omogeneo.

Mettete in ammollo i restanti fogli di gelatina, sempre in acqua fredda, per una decina di minuti.
Scaldate la panna (senza farla bollire) e aggiungete la gelatina ben strizzata, lasciatela sciogliere.
Una volta tiepida, incorporatela al composto di ricotta e amalgamate per bene.

Versate il composto sulla gelatina di fragole e lasciate riposare nuovamente in frigorifero per almeno un paio di ore.
Quando anche la crema risulterà ben soda, ricoprite con un doppio strato di pavesini bagnati nel latte così da formare quella che sarà la base della torta fredda.

Riponete lo stampo in freezer per un altro paio di ore, quindi spostatelo in frigorifero per un quarto d’ora.
Ribaltate quindi lo stampo su un vassoio da portata e lasciatelo riposare fuori dal frigo per una decina di minuti.
Rimuovete delicatamente lo stampo aiutandovi con un coltello a lama liscia che andrete ad infilare tra il bordo dello stampo e il dolce. In questo modo, andrete a creare un passaggio per l’aria che vi faciliterà nel sollevare lo stampo e liberare il dolce.

Ecco la vostra torta fredda a rosa pronta per essere gustata.

torta fredda a rosa

Precedente Insetti nelle confezioni: ritirati i datteri Life Successivo Plumcake allo yogurt senza burro

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.