Polpette fritte ripiene – impasto pizza

Le polpette fritte ripiene sono una sfiziosità talmente goduriosa che non potrete più farne a meno dopo averle assaggiate!
Se dovesse capitarvi di preparare le pizzonte (qui il procedimento), ricordate di mettere da parte un poco di impasto…ne otterrete delle polpette da paura!!!
Sono irresistibili, perché davvero creano dipendenza. Non sto scherzando!

Ottime come antipasto, finger food, io le ho presentate anche in diversi buffet di compleanni ma vanno benissimo anche per accompagnare un aperitivo tra amici.

L’impasto è lo stesso, appunto, delle pizze fritte, la differenza sta nel completamento della preparazione.
Leggete, procuratevi gli ingredienti e poi.. all’opera!  Le polpette fritte attendono solo voi!

polpette fritte ripiene

POLPETTE FRITTE RIPIENE

INGREDIENTI
300 gr di farina 00
10 gr di lievito di birra
5 gr di sale
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
acqua tiepida q.b.

Prosciutto cotto e sottilette per il ripieno (a piacere)

PROCEDIMENTO
Come per le pizze fritte, basta amalgamare per bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto morbido ma non appiccicoso (in questo molto aiuterà la quantità di acqua per cui occhio!)
Formiamo una palla liscia che andiamo a riporre in una ciotola infarinata, coperta da un telo leggermente inumidito e al riparo dagli spifferi.
Lasciamo lievitare fino al raddoppio del volume.

Una volta lievitato, preleviamo dall’impasto una piccola quantità creando una pallina.
Incaviamola con un dito e poniamo all’interno un poco di prosciutto cotto e di sottiletta, poi richiudiamo la pallina su se stessa avendo cura di sigillare bene la base.
Procediamo in questo modo fino a terminare tutto l’impasto.
Poniamo le palline ripiene su una teglia infarinata, copriamo con un telo pulito e lasciamo lievitare ulteriormente per circa mezz’ora.

Scaldiamo l’olio (la temperatura sarà giusta quando, immergendo uno stecchino, si creeranno tante piccole bollicine tutto intorno) e friggiamo le polpette in modo che risultino ben dorate.
Adagiamole su carta assorbente e gustiamole calde, tiepide o fredde: sono buone in qualsiasi modo!

Precedente Dolcetti al latte - cottura nel latte Successivo Taccole in umido - ricetta vegetariana

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.