Gli effetti dell’alcol alla salute

da Altroconsumo del 18 dicembre 2011

Gli effetti dell’alcol 

effetti dell'alcolBere bene e con moderazione può far bene alla salute: nel corso degli ultimi decenni sono numerosi gli studi che hanno evidenziato gli aspetti benefici di un consumo moderato di vino. Va detto però che gli effetti positivi di un consumo controllato di vino non possono diventare uno strumento per incentivare l’assunzione di bevande alcoliche. La chiave di lettura sta, dunque, nella parola “moderazione”.

I danni provocati dall’alcol
L’alcol etilico è una sostanza estranea all’organismo: non è di nessuna utilità a livello nutrizionale e per alcuni aspetti può risultare anche tossica. Gli effetti dell’abuso di alcol non sono da trascurare e possono essere di diverso tipo: quelli acuti, per esempio, variano in funzione della concentrazione di alcol nel sangue. Già assumendo un solo bicchiere di vino a digiuno, che corrisponde a una concentrazione di alcol etilico nel sangue di 0.2-0.3 g/L (per intenderci la metà del limite legale oltre il quale è severamente vietato mettersi alla guida) il senso di benessere viene alterato con un comportamento incauto tendente all’euforia, che porta a sottovalutare i pericoli e a sopravalutare le proprie capacità.

A digiuno, più la concentrazione di etanolo nel sangue aumenta, più gli effetti diventano gravi: anzitutto si avrà una diminuzione dell’elaborazione mentale di ciò che si percepisce, si riduce, per esempio, la visione laterale e il dialogo diventa poco chiaro, mentre peggiora la coordinazione motoria. Se l’alcol assunto arriva a oltre 5-6 biccheri l’intossicazione diventa sempre più grave con visione confusa e disturbo nella coordinazione dei movimenti muscolari. Oltre i dodici bicchieri possono presentarsi convulsioni e depressione respiratoria.

La concentrazione di alcol etilico nel sangue in realtà dipende da numerosi fattori, come la quantità ingerita, l’assunzione contemporanea di cibo o bevande frizzanti, il peso, il sesso, la quantità di acqua presente nel corpo e la capacità di metabolizzare l’alcol, ovvero di trasformarlo per essere eliminato dall’organismo. Meglio bere a stomaco pieno: l’etanolo è assorbito più lentamente e la sua concentrazione nel sangue è minore.

L’abuso cronico di alcol provoca invece gravi squilibri nutritivi e seri danni a carico del sistema nervoso. Il perdurare dell’eccesso nel tempo provoca, a livello del sistema digerente, gastriti, emorragie, cirrosi epatiche ed è causa dell’innalzamento della pressione arteriosa e di cardiopatie, oltre ad aumentare il rischio di sviluppo di alcuni tumori (mammella, cavo orale, faringe, stomaco).

Ma non solo. I danni causati dall’alcol non riguardano solo il singolo individuo, ma gravano sull’intera società: si stima, infatti, che i prodotti alcolici siano responsabili del 9% della spesa sanitaria.

Precedente Polpette di minestrone - riciclare gli avanzi Successivo Risotto con cipolla e vino bianco - ricetta gustosa e ipocalorica

Un commento su “Gli effetti dell’alcol alla salute

  1. Aless il said:

    Credo che quasi tutti abbiamo una volta tanto esagerato nel consumo dell’alcol e sinceramente non ne vale la pena, credo che sia meglio bere meno e sopratutto anche con maggior qualità, mi è capitato anche di bere qualche vino scadente e poi di sentirmi non benissimo….

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.