Gelo di anguria – ricetta tipica

Il gelo di anguria (detto anche “gelo di melone”) è una ricetta tipica siciliana che ho scoperto lo scorso anno grazie ad alcuni amici che, dopo un viaggio in Sicilia, ne hanno riportato la ricetta.
Da premettere che l’anguria è il mio frutto estivo preferito per cui ogni scusa è buona per divorarla!
Ammetto che l’idea di un dolce al cucchiaio con base di anguria un poco mi ha lasciata perplessa, all’inizio: ero scettica perché l’anguria di suo è già molto succosa e zuccherina… cosa poteva venirne fuori?
Però, vuoi il caldo vuoi la curiosità di sperimentare che mi contraddistingue… mi sono decisa a provare.
E non me ne pento affatto!
Il gelo di anguria è di una bontà unica, si scioglie letteralmente in bocca e poi è bellissimo anche a vedersi, non trovate?

gelo di anguria

GELO DI ANGURIA

INGREDIENTI x 8 persone
1 anguria di ca. 7 kg
90 gr di amido di mais per ogni litro di succo di anguria
150 gr di zucchero per ogni litro di succo
100 gr di gocce di cioccolato
cannella in polvere q.b.
fiori di gelsomino

PROCEDIMENTO
Tagliate a fette l’anguria, togliete la scorza e i semi e passate la polpa al setaccio; misurate i litri di succo che avrete ottenuto e regolatevi di conseguenza per le dosi dell’amido e dello zucchero.
Sciogliete a freddo, in un tegame, l’amido e lo zucchero nel succo di anguria, unite la cannella in polvere, mettete sul fuoco molto basso e lasciate addensare, mescolando in continuazione onde evitare che si attacchi sul fondo.
Non appena il gelo di anguria farà le prime bolle toglietelo dal fuoco.

Lasciate intiepidire e aggiungete le gocce di cioccolato (così da formare i semi).
Versate in una zuppiera o in coppette monoporzione e mettete in frigorifero per 24 ore.
Sformate il gelo di anguria su un piatto da portata (oppure lasciatelo nelle coppette) e guarnite con i fiori di gelsomino.

gelo di anguria

Precedente Crema fredda al croccantino in coppa Successivo Verdure strapazzate: zucchine e melanzane alle uova

Un commento su “Gelo di anguria – ricetta tipica

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.