Torta allo yogurt White Velvet, ricetta base

Torta allo yogurt White Velvet | ricetta base | Dulcisss in fornoLa torta allo yogurt White Velvet è nata per la mia passione per la Red Velvet Cake, che adoro !! Nel cercare un’alternativa al solito pan di spagna (che non mi piace molto), ho provato a creare la versione bianca della Red Velvet. Cos’è venuto fuori ?? Una morbidissima torta allo yogurt, veloce, gustosa e con poche uova !! In sostanza, in questa versione, non aggiungo il cioccolato e il colorante rosso. Secondo il mio parere, molto meglio di una torta allo yogurt classica, come la torta 7 vasetti. Ho provato entrambe e la White Velvet è decisamente meglio !!

Il sapore dello yogurt viene dato dal latticello o Buttermilch. Dalle mie parti ho trovato quello della “Tirolmilch”, ma se non lo trovate al supermercato potete sostituirlo con latte e yogurt !! Il gusto si equivale !!

Solo una precisazione. Siccome è una torta molto morbida, vi consiglio di non cucinare doppie dosi insieme: farebbe davvero tanta fatica a cucinarsi bene !!

La torta allo yogurt White Velvet è un’ottima base anche per le torte decorate, vi conviene farla il giorno prima, farla raffreddare, coprirla con della pellicola trasparente e farcila il giorno dopo, come meglio vi aggrada !!

Fantastica anche con la crema allo yogurt, con la ganache al cioccolato e con la ganache al cioccolato bianco. Da provare !!

INGREDIENTI (tortiera da 24 cm.)

265 g. farina

200 g. zucchero

2 uova

100 g. burro a temperatura ambiente

240 ml. latticello (potete sostituirlo con 120 ml. di latte e 120 di yogurt bianco)

½ cucchiaino di sale

1 cucchiaino di bicarbonato

2 cucchiaini di aceto di vino bianco

1 bustina di vanillina

1 cucchiaino di lievito in polvere

PREPARAZIONE

Accendete il forno a 180°. Preparate la tortiera con burro e farina.

Torta allo yogurt White Velvet | ricetta base | Dulcisss in forno

Lavorate con lo sbattitore elettrico il burro morbido con lo zucchero, in modo da creare una crema morbida e spumosa.

Torta allo yogurt White Velvet | ricetta base | Dulcisss in forno

Unite un uovo alla volta e continuate a lavorare il composto con le fruste. In una ciotola unite la farina, la vanillina e il lievito, previamente setacciati.

Torta allo yogurt White Velvet | ricetta base | Dulcisss in fornoAl composto di burro, zucchero e uova unite metà del latticello (o metà dello yogurt con il latte) e amalgamate bene. Successivamente aggiungete metà del composto di farina, ecc… , poi l’altra metà del latticello e, in fine, l’ultima parte del composto di farina. Continuate ad amalgamare bene.

In una tazzina a parte, unite l’aceto con il sale e il bicarbonato. Appena frizza, lo unite all’impasto e lavorate il tutto velocemente.

Torta allo yogurt White Velvet | ricetta base | Dulcisss in forno

Versate nella tortiera, livellate bene e infornate a 180° per ca. 40 minuti. Controllate la cottura con lo stuzzicadenti.

 

 
Precedente Le mie torte sulla rivista " La mia torta 2 ", gioco di parole ?? Successivo Torta decorata ciotola di cane

22 thoughts on “Torta allo yogurt White Velvet, ricetta base

  1. Rosaria il said:

    Vorrei fare la white velvet cake come base per la torta arcobaleno come posso dividerla in sei impasti? Quali dosi? Misura tortiera? Temperatura e tempi di cottura?? Complicato vero??? Grazie

    • Dulcisss in forno il said:

      Benvenuta Rosaria !! Sinceramente non l’ho mai fatta !! So che puoi scegliere qualsiasi impasto chiaro. La torta verrà molto alta. Per es. prendi una tortiera da 24 cm e la ricetta la raddoppi. Dividi l’impasto in 6 ciotoline e le colori. Per quel che ne so devi infornare singolarmente i vari colori. 6 infornate, ma i tempi di cottura saranno molto ridotti (8-10 minuti). Spero di esserti stata di aiuto (anch’io voglio farla !!). Leyla

  2. Veronica il said:

    Ciao, mi ispira questa torta e vorrei provarla ma va bene anche per essere decorata (totalmente ricoperta e poi con decorazioni sopra) con la pasta di zucchero? O è troppo morbida e non regge il peso deformandosi? X favore fammi sapere prima possibile xchè vorrei provarla x il compleanno di mia sorella settimana prossima.
    Grazie

    • Dulcisss in forno il said:

      Ciao Veronica ! Tutte le basi di cui vi ho postato la ricetta sono adatte sia per essere decorate con la pasta di zucchero sia per essere decorate tradizionalmente ! Quando ho scritto che rimane “molto morbida”, indico la consistenza dell’interno, cioè che è una torta soffice e non stopposa. In particolare, la White Velvet, ricetta di origine anglosassone, è anche molto umida (sempre l’interno). Alcune persone neanche la bagnano. In genere io preferisco farlo sempre. Comunque esternamente è una torta “normale” e non si “deforma” ! 😉 L’unica cosa da stare attenti è la cottura. Essendo molto umida, fa fatica a cucinarsi, soprattutto quando sono torte grandi. Se devo usare la classica tortiera da 24 cm, faccio un’unica infornata. Se invece devo fare torte con tortiere più grandi, divido l’impasto in 2 o più infornate. Es. tortiera da 26 cm: cucino una dose che poi dividerò in due strati e poi ne cucino una mezza dose per lo strato di mezzo. Questo per facilitare la cottura. Fai sempre la prova stecchino. Spero di essermi spiegata. Se hai domande, chiedi pure ! Leyla

  3. Lucia il said:

    Ciao,bellissima scoperta il tuo blog! Vorrei farti una domanda: quando dici di fare diverse infornate per una torta, intendi che fai un impasto, ne versi un terzo in una tortiera e lo inforni; mentre questa cuoce, il resto dell’impasto, già addizionato di lievito, lo metti in frigo? Questa è una cosa che nessuno specifica mai, o, meglio, forse sono io a non capire… Spero tu possa rispondermi, tra due giorni devo cominciare una torta a piani per 70 persone, e volevo organizzarmi bene. Grazie in anticipo.
    Lucia

    • Dulcisss in forno il said:

      Ciao Lucia ! Benvenuta ! Ti spiego subito. Per le torte di grandi dimensioni o per le torte rettangolari o per le torte umide (come la Red / White Velvet), preferisco infornare in 2 o più tranche. Per es. per le torte rettangolari preparo 2 dosi insieme della ricetta e inforno. La base appena creata verrá divisa a metá e saranno il primo e l’ultimo strato. Successivamente preparo un’altra dose della ricetta e inforno. Questa base più piccola sarà lo strato intermedio della torta. Facendo in questo modo avró ottenuto 3 strati con 2 strati di farcitura. Ovviamente ti ho scritto “dosi”, poi le quantità dipendono dal tipo di ricetta. Per la White Velvet preparo 1 dose della ricetta (tortiera da 26 cm) che divido in 2 e poi una 1/2 dose, che sarà lo strato singolo. Gli impasti li faccio al momento, non lascio mai riposare troppo l’impasto. Per torte grandi grandi preferisco invece creare gli strati singoli che poi impilo ! 😉 Spero di essere stata chiara e di averti delucidato ! A presto, Leyla

      • Veronica il said:

        Tutto chiaro ma quando dici che X la 26cm fai una dose che dividi in due…queste le inforni insieme in due diverse tortiere da 26 o una alla volta? (Se non si hanno 2 tortiere X ogni diametro?)
        E se si fa una alla volta proprio xche non si dispone delle 2 tortiere, la seconda dose che aspetta X essere infornata dopo la prima, non si rovina nell’attesa?

  4. Lara il said:

    Ciao,
    interessante la ricetta io il buttermilch non lo trovo quindi lo sostituisco con lo yogurt. Vorrei sostituire il burro come potrei fare con la panna o con l’olio?

  5. Deborah il said:

    Scusa ma quando dici burro morbido i tendi un po sciolto scsldandolo o a temperatura ambiente? Dalla foto il tuo srmbrs un pochino sciolto. …..grazie

    • Dulcisss in forno il said:

      Cavolo ! Che occhio Deborah ! In quel momento avevo provato ad aggiungerlo sciolto, ma non serve. Basta “a temperatura ambiente” o “a pomata” ! 🙂 Benvenuta, Leyla

  6. Lorella il said:

    Ciao Leyla, qual è la differenza tra questa torta, Torta allo yogurt White Velvet, e la Torta allo yogurt ( base per la tua spettacolare Torta alle fragole rettangolare)? Per quale utilizzo consifglieresti l’una o l’altra? Grazieeee, ciao Lorella

    • Dulcisss in forno il said:

      Ciao Lorella ! La White Velvet è una base molto più compatta e assomiglia vagamente alla nostra torta margherita, versione allo yogurt, mentre l’altra Torta allo yogurt è più simile ad un pan di spagna. Io ti consiglio la seconda ! Leyla

  7. lorella il said:

    Grazie Leyla, ma non c’è bisogno che mi consigli la Torta allo yogurt, perché l’ho già fatta: è buonissima! 🙂 Ciao, Lorella

  8. Patty il said:

    Ciao dovrei fare una torta da 26 di diametro. Pensavo di fare 1 dose e mezza, perché vorrei tagliare 3 basi.
    Tu che ne pensi?
    Inoltre vorrei sapere cosa cambia nella base il fatto di usare bi carbonato e aceto anziché solo lievito istantaneo. Grazie

    • Dulcisss in forno il said:

      Ciao Patty ! La dose per una 26 cm è 1 dose e mezza, hai detto giusto. Questa base è la versione bianca della torta americana Red Velvet e la ricetta prevede il latticello, bicarbonato e aceto per renderla con questo effetto velluto all’interno. 😉 Non ho mai provato ad utilizzare solo il lievito istantaneo, perchè mi è sempre piaciuta così ! Fammi sapere, Leyla

  9. Patty il said:

    Ok. Intanto provo la ricetta così come descritta. Dopo farò la prova con solo il lievito istantaneo. Dalle foto notavo che hai usato il braccio gommato per impastare. Lo usi per impastare le torte? Vengono meglio?io non l’ho mai usato. Quindi il burro con lo zucchero lo hai lavorato con questo gancio. Grazie

    • Dulcisss in forno il said:

      Si Patty è la famosa “frusta K” della Kenwood che scrivo nei miei articoli. La uso tantissimo. In primis quando devi lavorare il burro a crema con lo zucchero, ma anche tutte le volte che devi amalgamare senza montare. Per montare le uova con lo zucchero utilizzo la frusta classica invece. Leyla

  10. Patty il said:

    Grazie. Gentilissima. Comincerò ad usarla anche io. Ma dove ci sono impasti che prevedono le uova montate con lo zucchero o solo gli albumi a neve. La farina la amalgami sempre con questo gancio o con la spatola. Grazie

    • Dulcisss in forno il said:

      Monto le uova o solo i tuorli o gli albumi con lo zucchero utilizzando la frusta e poi incorporo la farina con una spatola o un cucchiaio di legno, a mano. In modo da mantenere il volume del composto. 😉

  11. Patty il said:

    Scusami riscrivo per dirti che l’ho fatta ed è buonissima. Ho fatto 1 dose in teglia da 26 ed e’ venuta bassina evidentemente. A fine settimana ne farò un’altra per il compleanno di mia figlia e mio papà. Però farò 1 dose e mezza in teglia da 26. Sapresti darmi un consiglio per evitare che viene la cupola ? Grazie

    • Dulcisss in forno il said:

      Si allora .. io quelle più grandi le faccio in doppia cottura, perchè come base, essendo umida, fatica un po’ a cuocersi. Quindi faccio prima mezza dose e poi 1 dose, sempre con la teglia da 26. In sostanza ti viene uno strato unico per quella piccola e l’altra la devi solo tagliare a metà. Facendo così hai già i tuoi 3 strati e viene anche meglio. 😉 P.S. Nell’altro commento hai messo una lettera diversa nella mail e risultava un nuovo utente, ma c’è ! 😉 Fammi sapere, Leyla

Lascia un commento