Crea sito

Ragù di carne con la pentola a pressione: facile e veloce

Per il soffritto, potete procedere preparandolo fresco o utilizzando quello mono dose congelato (vedi: https://blog.giallozafferano.it/dosiesegreti/soffritto-sempre-a-portata-di-mano/). Per il resto, pochi gesti e poco tempo con la pentola a pressione: ecco che una cosa che impegnerebbe molto, risulterà semplice e veloce e con risultato garantito 😉

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gcarne macinata (meglio se mista bovino-suino)
  • q.b.cipolla
  • q.b.carote
  • q.b.sedano
  • q.b.prezzemolo
  • q.b.aglio
  • q.b.sale grosso
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.pepe
  • q.b.noce moscata (grattugiata al momento)
  • 700 gpassata di pomodoro
  • 400 gpolpa di pomodoro
  • 1 ciuffobasilico (facoltativo)
  • 800 gbrodo vegetale (leggero)

Strumenti

  • 1 Pentola a pressione

Preparazione

La pentola a pressione è utile per dimezzare i tempi, facilitando il lavoro. Inoltre la cottura a pressione è salutare, il che non guasta 😉
  1. Versare nella pentola una buona dose d’olio extravergine e le verdure del soffritto. Di base: cipolla, carota, sedano, prezzemolo, aglio. Inoltre si può tritare anche un po’ di basilico fresco ed unire qualche fogliolina di timo, sempre fresco. Questo secondo i vostri gusti. Diversamente, utilizzate quello preparato in precedenza, in mono dosi, nel congelatore e trattatelo come fresco.

  2. Accendete il fuoco (fiamma bassa) e fate appassire dolcemente, quindi unite la carne tritata e fatela andare fino ad asciugare il proprio intingolo. Qualcuno, a questo punto, sfuma con il vino, io preferisco di no.

  3. Girando spesso, lentamente, quando la carne ha assunto il colore di “cotto”, ed inizia a sfrigolare, aggiungete la polpa di pomodoro (meglio se non fredda).

  4. Macinate un po’ di pepe ed un po’ di noce moscata, aggiungete il sale e girate.

  5. Fate cuocere lentamente. Dopo, aggiungete circa 800 g. d’acqua (calda) o di brodo vegetale leggero.

  6. Lasciate che riprenda il bollore, date una girata e fissate il coperchio. Dal momento del fischio della valvola, abbassate la fiamma e lasciate andare per almeno 30 minuti.

  7. Trascorso il tempo, lasciate raffreddare o assicuratevi di fare uscire tutto il vapore. Aprite il coperchio: se risulta ancora liquido, lasciate consumare a fiamma viva senza coperchio, girando. Aggiustate eventualmente di sale. Vi consiglio un “assaggio su fetta di pane” 😉

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.