Crea sito

I pizzoccheri della Valchiavenna: deliziosi gnocchetti🥰

Forse meno noti degli omologhi valtellinesi ma decisamente deliziosi: i pizzoccheri della Valchiavenna non sono tagliatelle di grano saraceno cotte con cavolo e patate e condite con burro e formaggio ma gnocchetti, simili agli spatzle ma di farina e latte che, con le patate, si uniscono anch’essi, a burro e formaggio. Se capitate in Valchiavenna, recatevi in un crotto e chiedete di loro 😍 Io ho avuto l’onore di gustarli più volte anche da mio cognato Giovanni, valtellinese doc, che mi ha regalato la ricetta di famiglia 🥰 Eh sì, anche questi gnocchetti hanno diverse “interpretazioni” da famiglia a famiglia.
Non vi nascondo che, per i pizzoccheri, occorre un grande quantitativo di aglio che, come avrete notato, sono solita eliminare, dopo la doratura, contrariamente da quanto sarebbe previsto: non me ne vogliano i puristi 😬

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Porzioni4-5
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per condire i pizzoccheri si usa il Bitto non stagionato (ma difficile da trovare se non siete in zona) oppure il Casera di Valtellina stagionato addizionato con formaggio di latteria. E’ possibile anche trovare in commercio il formaggio Pizzocheraia della Valtellina ma non è tanto comune, almeno dalle mie parti.
  • 300 gfarina 00
  • 300 glatte fresco intero
  • 200 gpatate (circa 4 piccole)
  • 60 gburro di qualità (di panna da centrifuga)
  • 3 spicchiaglio (anche di più se lo amate)
  • 350 gformaggio (Casera Valtellina stagionato + latteria)
  • q.b.pepe (macinato al momento – facoltativo -)

Preparazione

  1. Iniziate a tagliare a piccoli cubetti, le patate (circa 1 cm per lato, o meno). Quindi sciacquatele e lasciatele in acqua pulita mentre preparate il resto. Intanto mettete la pentola con l’acqua, salando, come per la pasta.

  2. Subito dopo, sminuzzate il formaggio a coltello o, se preferite, con un robot da cucina e tenete da parte.

  3. Munitevi di una pentola bassa e larga, mettete il burro e l’aglio che, in verità andrebbe tagliato a fettine. Io ne ho messi tre spicchi ai quali ho praticato qualche taglietto e poi eliminerò.

  4. Passate ora a preparare gli gnocchetti mettendo in una ciotola la farina ed il latte e mescolando. La dose è indicativamente 50% farina ed altrettanto di latte.

  5. Fate in modo che il preparato non sia liquido o troppo denso: in tal caso, intervenite con un poco di farina o di latte. Cercate di ottenere un risultato come in foto.

  6. Appena l’acqua bolle, versate le patate e, a due minuti iniziate a far “gocciolare” l’impasto con l’apposito attrezzo (quello degli spatzle). Nei due minuti che trascorrono, fate dorare l’aglio nel burro.

  7. Man mano che gli gnocchetti vengono a galla, prendeteli con un prendi gnocchi e versateli nel burro, girando. Versate una manciata di formaggio e proseguite. Ad ogni presa di gnocchetti, una manciata di formaggio. Girate e fate saltare in pentola.

  8. Eliminate l’aglio, se vi infastidisce mangiarlo. Continuate a saltare fino a vedere il formaggio filare. Spegnete e servite caldi in tavola.

  9. Se gradito, potete macinare un po’ di pepe al momento. Gli gnocchetti della Valchiavenna sono serviti 🥰

4,3 / 5
Grazie per aver votato!
Print Recipe
I pizzoccheri della Valchiavenna: deliziosi gnocchetti🥰
Porzioni
Porzioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.