Come preparare un buon Risotto alla birra con speck e stracchino

Il risotto alla birra non l’ho di certo inventato io! Ma ognuno ha la propria ricetta e il proprio modo di prepararlo.

Gli ingredienti che possono essere messi nei risotti sono svariati, così come nella pasta; e quasi sempre è prevista la sfumatura con il vino, anche se io non sono d’accordo, perché credo che spesso non faccia risaltare il sapore di altri ingredienti che, dopo il riso, sono i principali.

Nel caso della ricetta che segue di Risotto alla birra, sfumo e completo la cottura con la birra perchè è proprio questo l’ingrediente principale dopo il riso e quindi deve prevalere il gusto.

Le varietà di riso sono diverse, ognuna adatta a delle specifiche preparazioni, così come viene riportato sulle confezioni stesse. Io, per diverse preparazioni e tra queste i risotti, scelgo sempre il Carnaroli,  che emette la giusta quantità di amido, anche se viene mescolato spesso durante la cottura, e rimane integro senza spappolarsi.

La Birra deve essere di buona qualità, anche se nella tipologia preferita. Io ho scelto la chiara per non rendere la preparazione di colore scuro.

 

Risotto alla birra

Ingredienti per 4 persone

Riso Carnaroli g 500

Birra a scelta

Speck g 100

Stracchino g 150

Burro

Grana grattugiato q.b.

Cipolle 2

Aglio 1 spicchio

Olio

Preparazione del Risotto alla Birra

In una pentola, portare a bollore acqua con una cipolla tagliata in quattro e far cuocere per circa 20 minuti.

In un tegame versare olio, un tocchetto di burro, mezza cipolla tritata, lo spicchio d’aglio intero e fare rosolare leggermente.

Togliere dal tegame l’aglio, inserire metà dello speck tritato a coltello e il riso, mescolare e far tostare, fino a che il riso diventa lucido e scricchiola.

Sfumare il riso con metà della birra e far evaporare, dopodiché aggiungere lentamente poco per volta (durante il tempo di cottura) il brodo di cipolla bollente e, a quasi fine cottura, la birra e lo speck rimasti e il sale (regolarsi con la quantità di brodo, il risotto non deve risultare liquido).

Quando il riso sarà cotto, togliere il tegame dal fuoco e mantecare con lo stracchino e il grana.

Fare riposare il riso un paio di minuti e servire, se piace, con speck a fette o tritato in superficie.

 

Precedente Salmone in agrodolce al succo di mandarini e curry Successivo Farrotto mantecato alla ricotta

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.