Treccia Svizzera

Dopo aver trascorso qualche giorno in Svizzera e aver gustato tutte le loro specialità culinarie, tra dolci e salati, quella che più mi è rimasta impressa e che ho desiderato subito fare, una volta arrivata a casa, è stata la Treccia Svizzera.
Morbida, soffice e dal profumo intenso di burro.
Perfetta per accompagnare dei salumi, ma ottima anche per la colazione della mattina con della marmellata spalmata sopra una fetta.
La treccia trova le sue origini a Berna ed in passato veniva regalata durante le festività natalizie. Ora, invece, è nota e amata in tutti i periodi dell’anno.
Molto particolare è il suo intreccio caratteristico, non facilissimo da riprodurre, ma con le giuste indicazioni si possono ottenere degli ottimi risultati.

Ingredienti per una treccia grande oppure due piccole:
280 ml di latte intero
250 g di farina 00
250 g di farina manitoba
80 g di burro di ottima qualità ( io Lurpak )
5 g di lievito di birra
1 cucchiaio pieno di zucchero semolato
1 cucchiaino raso di sale fino
1 tuorlo + panna fresca liquida q.b. ( oppure latte intero )

Treccia Svizzera

Treccia Svizzera

Mettete nella ciotola della planetaria le due farine setacciate.
Formate una fontana.
Scaldate leggermente il latte e scioglieteci dentro il lievito con il cucchiaio di zucchero semolato.
Versatelo dentro la fontana, mescolando brevemente con una forchetta.
Il risultato dovrà essere un impasto fangoso.
Coprite la ciotola con della pellicola e lasciate lievitare a temperatura ambiente per circa 15 minuti.
Passato il tempo necessario, aggiungete all’impasto il burro ammorbidito che avrete lasciato a temperatura ambiente per un paio d’ore.
Iniziate a lavorare con la planetaria con il gancio attaccato e piano piano aggiungete il sale.
Lasciate che la macchina lavori l’impasto fino a che risulterà liscio, elastico e perfettamente incordato.
Ci vorranno circa 20 minuti.
Formate una palla e mettetela in una ciotola imburrata.
Copritela con la pellicola trasparente e lasciatela lievitare fino al raddoppio.
Io l’ho lasciata tutta la notte, circa 8 ore.
Quando sarà pronta, dividetela in due e formate dei cordoni, lunghi circa 70 cm ( come vedete in foto ).
Ora dovete iniziare a fare la treccia con il metodo del tressage.
Più l’intreccio sarà stretto e più la treccia risulterà bombata una volta cotta.
Ho trovato su internet una foto che rende bene l’idea di come procedere e poi ho fatto delle foto con la mia treccia.

treccia svizzera

La difficoltà di questa ricetta sta proprio nel fare il tressage che, comunque, all’inizio sembra complicato, ma se capite il meccanismo, poi gli intrecci verranno da soli.

Treccia Svizzera

Una volta che avrete terminato, rovesciate la parte finale sotto la treccia in modo che rimanga ben ferma.
Mettetela su una teglia rivestita di carta da forno e copritela con un canovaccio pulito.
Lasciatela lievitare fino al raddoppio, circa due ore.
Passato il tempo necessario, sbattete il tuorlo con la panna fresca liquida e spennellate tutta la superficie.
Cuocetela in forno, statico e preriscaldato, a 180° per circa 40 minuti.

Treccia Svizzera

Per verificare la cottura, dovrete fare la prova del cucchiaino e cioè, sbattendolo sulla base della treccia, il suono dovrà risultare secco, come se fosse vuota all’interno.
Sfornatela e lasciatela raffreddare completamente su una griglia.
La vostra Treccia Svizzera è pronta per essere gustata 😀

Seguitemi anche sulla pagina Facebook per rimanere aggiornati su tutte le novità —> Dolcissima Stefy

Precedente Pasta Brisée Successivo Campionati della Cucina Italiana 2017

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.