Schiacciata con l’Uva

Oggi, nel Calendario del Cibo Italiano dell’Associazione Italiana Food Blogger è la giornata nazionale della Schiacciata con l’Uva, la cui ambasciatrice è la bravissima Eleonora e questa a seguire è la mia proposta.
Chiamata anche “Ciaccia con l’Uva“, è una focaccia dolce tipica toscana dalla consistenza morbida e dal sapore e profumo intenso di mosto.
E’ una pasta lievitata con uva nera, precisamente l’uva canaiola tipica del Chianti ( ma di solito si usa l’uva fragola proprio per i suoi chicchi piccoli, tondi, succosi e perché è più facile reperirla ), zucchero semolato ed olio.
Un dolce dalle origini povere e semplici che si è sempre preparato nel periodo della vendemmia, tra settembre e ottobre.

Ingredienti per 1 teglia ( simil leccarda del forno ):
500 g di farina 0
200 ml di acqua
110 g di zucchero semolato
100 ml di latte
5 cucchiai di olio extravergine di oliva dal sapore leggero
3 g di lievito di birra
1 cucchiaino di zucchero di canna
un pizzico di sale
per completare:
500 g di uva nera piccola ( uva canaiola o fragola )
4 cucchiai di zucchero di canna
3 cucchiai di olio extravergine di oliva

Schiacciata con l'Uva

Schiacciata con l’Uva

Dovete iniziare la realizzazione dell’impasto preparando un pre-impasto.
Scaldate leggermente 50 ml di acqua e scioglieteci dentro il lievito di birra con il cucchiaino di zucchero di canna.
Mescolatelo a 100 g di farina 0 ed a 50 ml di latte, fino ad ottenere una crema appiccicosa.
Coprite con della pellicola trasparente e lasciate lievitare, fino al raddoppio, per circa 2 ore a temperatura ambiente se le temperature sono miti, altrimenti mettetelo in forno spento con la luce accesa.
Aggiungete poi a questo impasto, la restante farina, l’acqua, il latte e lo zucchero.
Lavorate leggermente, a mano o con la planetaria, e poi unite l’olio a filo.
Infine incorporate il pizzico di sale e impastate fino ad ottenere un composto morbido e liscio.
Mettetelo su un piano di lavoro con un cucchiaio di farina e lavorate con le mani, cercando di ottenere una palla.
Pirlate per realizzare una superficie liscia e mettete il panetto in una ciotola di vetro a lievitare, coperta con un canovaccio umido per circa 6 ore o comunque fino a che non abbia triplicato il suo volume.
Nel frattempo lavate accuratamente l’uva chicco per chicco e asciugatela con cura.
Trascorso il tempo necessario per la lievitazione, rovesciatelo su una spianatoia infarinata e dividete l’impasto in due parti uguali.
Spennellate la teglia con 2 cucchiai di olio.
Metteteci sopra un panetto e stendetelo con le mani, schiacciando con i polpastrelli.
Allargate i lati e sulla base disponete la metà dell’uva.
Ricoprite con l’altra metà d’impasto, che avrete leggermente steso con le dita.
Tirate bene i lembi in modo che aderiscano tra di loro, schiacciando bene lungo i bordi.
Terminate infine con la restante uva sulla superficie senza schiacciarla troppo.
Copritela con un canovaccio umido e lasciatela lievitare in forno spento per almeno 3 o 4 ore.
Passato il tempo necessario, ungete la superficie della focaccia con l’olio rimasto e spolverate con lo zucchero di canna.
Cuocete in forno, statico e preriscaldato, a 180° per 30 minuti circa.
La Schiacciata con l’Uva sarà pronta quando la superficie avrà assunto un colore ambrato e caramellato.

Schiacciata con l'Uva

Per tornare alla homepage del blog, cliccate qui 😀

Precedente Peperoni ripieni Successivo Pasta Frolla alla Liquirizia

6 commenti su “Schiacciata con l’Uva

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.