Crea sito

Ricciarelli di Siena

by

Oggi prepariamo un dolce classico delle feste di Natale, i Ricciarelli di Siena.
Sapete qual è l’origine del loro nome?
La leggenda narra che, al ritorno dalle crociate, Ricciardetto Della Gherardesca portò questi dolci nel suo castello vicino a Volterra ed avevano la forma simile alle scarpe dei sultani, leggermente ovale.

Ingredienti per circa 25 pezzi:
250 g di farina di mandorle
250 g di zucchero semolato finissimo
250 g di zucchero a velo
50 g di albume a temperatura ambiente
scorza di 1 arancia biologica

Ricciarelli di Siena

Mescolate la farina di mandorle insieme allo zucchero semolato e mettete tutto in una spianatoia di legno.
Formate una fontana e al centro mettete gli albumi a temperatura ambiente che avrete leggermente sbattuto precedentemente.
Grattugiate la scorza di un’arancia biologica ed incorporate anche quella.
Iniziate a mescolare gli ingredienti con una forchetta. Poi impastate un po’ a mano in modo che sia tutto ben amalgamato fino ad ottenere un composto compatto e leggermente appiccicoso.
Avvolgetelo dentro la pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigorifero per molte ore ( dalle 12 ore in poi ).
Spolverate un po’ di zucchero a velo sulla spianatoia. Prendete il panetto e dategli una forma allungata, tipo una baguette schiacciata.
Tagliate delle fette in obliquo di 1 cm di spessore e poi con le mani date la forma a rombo con le punte arrotondate, cercando di farlo assomigliare il più possibile al classico dolcetto.
Metteteli su una teglia, ricoperta di carta da forno e ben distanziati tra loro.
Cospargete la superficie con abbondante zucchero a velo.
Cuoceteli in forno, statico e preriscaldato, a 180° per 10 minuti circa.
Si gonfieranno in cottura e si formeranno le classiche crepe.
Mi raccomando, non devono scurirsi troppo ( altrimenti diventeranno secchi) e appena si saranno formate le crepe, toglieteli subito dal forno, lasciandoli raffreddare completamente a temperatura ambiente.
I vostri Ricciarelli di Siena sono pronti e si conservano per alcuni giorni in una scatola di latta ben sigillata.

Ricciarelli di Siena

Se volete vedere altre ricette di Natale —> CLICCATE QUI
Seguitemi anche su Facebook – Dolcissima Stefy

Per tornare alla pagina principale del blog e vedere altre ricette sia dolci che salate, CLICCATE QUI.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *