Crea sito

Il Pesto della Nonna

Oggi voglio condividere con voi il pesto della nonna.
La ricetta è la classica del Pesto alla Genovese, l’unico ingrediente che manca è il formaggio e non c’è perchè la mia nonna sapeva benissimo che a me e a mia sorella non piaceva e quindi ce lo preparava appositamente per noi, aggiungendo in cottura nella pasta anche due patate..il risultato era ed è ottimo.

Ingredienti per 6 persone:
200 ml di olio evo
70 g di foglie di basilico
30 g di pinoli
5 noci
3 spicchi d’aglio
parmigiano reggiano (opzionale)
sale grosso q.b.

Il Pesto della Nonna

Il Pesto della Nonna

Pulite le foglie di basilico con un panno umido, senza bagnarle sotto l’acqua.
Sbucciate gli spicchi d’aglio e metteteli, insieme ad un pizzico di sale grosso, dentro al mortaio in marmo ( che potrete acquistare QUI, consigliandovi anche di andare a fare un giro alle Cave di Fantiscritti, se siete in zona, per vedere la bellissima CavaMuseo ).

Vi aiuterà a rendere cremoso l’aglio.
Cominciate a pestare e poi unite le foglie di basilico ed un altro pizzico di sale grosso.
Quando inizieranno a sprigionare acqua, allora dovrete unire i pinoli e i gherigli delle sei noci, pestando ancora.
Ci vuole un po’ di forza e pazienza, ma poi verrete ripagati da un pesto verde brillante e delizioso.
Una volta raggiunta la giusta consistenza, aggiungete l’olio.
Vi ricordo che il composto deve rimanere sempre sotto il livello dell’olio evo e che si può conservare in frigorifero per circa 2/3 giorni.
Se volete, potete congelarlo e usarlo successivamente quando il basilico fresco non sarà più disponibile
Il Pesto della Nonna è pronto per condire la pasta.
Quando la mia nonna preparava questo piatto, in cottura con la pasta metteva anche una patata tagliata a piccoli pezzi. Poi scolava e condiva il tutto con il pesto… una vera bontà.

Il Pesto della Nonna

Per vedere le ricette dei primi piatti —> CLICCATE QUI 

SE VOLETE VEDERE ALTRE RICETTE, CLICCATE QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.