Gnocchi di Patate al Ragù

Dopo la pausa estiva, è tornata la sfida più divertente ed entusiasmante della rete, l’MTChallange !!!
E la ricetta in gara questo mese sono gli Gnocchi di Patate raccontati e spiegati alla perfezioni con le sapienti indicazioni di Annarita del blog “Il bosco di Alici “.

dolcissima stefy

Io ho decido di preparare la ricetta tradizionale, quella classica con patate e farina bianca e il top del condimento, il ragù di carne.
Grazie alle preziose indicazioni di Annarita, ho fatto i miei primi gnocchi senza aggiungerci neanche mezzo uovo per legarli meglio.
Per realizzarli, ci ha spiegato diversi trucchetti che io ora svelerò anche a voi 🙂
Prima di tutto, dobbiamo parlare della patata che è l’ingrediente principale.
Abbiamo bisogno di utilizzare quelle mature e non quelle novelle e soprattutto devono essere a pasta bianca. Queste patate hanno una polpa chiara e sono farinose perché ricche di amido e proprio per questo perfette per gli gnocchi.
Una volta scelta la giusta patata, bisogna bollirla con la buccia per evitare che assorba troppa acqua e poi spellarla immediatamente cotta perché in questo modo la buccia verrà via molto facilmente.
Ma ora veniamo alla ricetta che ho preparato insieme alla mia mamma che è sempre stata un’ottima cuoca e mi ha insegnato tantissimo in questi anni.

Ingredienti per 4 persone
per gli gnocchi:
600 g di patate
130 g di farina 00
sale q.b.
per il ragù:
1 litro di passata di pomodoro
500 g di carne macinata magra di manzo
2 agli
1 porro
1 bicchiere di vino rosso
un ciuffo di prezzemolo
olio extravergine di oliva  q.b.
sale e pepe q.b.
qualche foglia di basilico fresco

Gnocchi di Patate al Ragù

Gnocchi di Patate al Ragù

Lavate le patate senza togliere la buccia e mettetele in una pentola con abbondante acqua fredda.
Sceglietele più o meno della stessa dimensione in modo da avere una cottura uniforme.
Ci vorranno circa 30 minuti.
Anche se bollenti, togliete subito la pelle e schiacciatele con un passaverdura o uno schiacciapatate.
Mettetele in una ciotola insieme al pizzico di sale e alla farina che aggiungerete poco per volta.
Impastate il meno possibile altrimenti gli gnocchi poi diventeranno duri in cottura.

Gnocchi di patate

Ricordatevi che “Meno farina richiedono le patate e meglio è, gli gnocchi saranno più morbidi” ( Annarita ).
Una volta che avrete ottenuto un impasto abbastanza omogeneo e compatto, formate dei filoncini dello spessore di 1,5 cm e poi tagliate dei tocchetti di circa 1 o 2 cm, dipende da come li preferite nella grandezza.

Gnocchi di Patate al Ragù  Gnocchi di Patate al Ragù

Passateli sul riga gnocchi per dargli la caratteristica rigatura e riponeteli su un vassoio, leggermente infarinato.
Preparate il ragù, tritando finemente il porro, gli agli e il prezzemolo.
Metteteli a rosolare in un tegame con dell’olio extravergine di oliva e poi aggiungete il macinato e il vino rosso.
Dopo poco, versate la passata di pomodoro e fate cuocere a fuoco basso per almeno un’ora e mezzo.
Lasciate sul fuoco fino a quando il sugo non si sarà addensato, aggiustate di sale e pepe ed aggiungete qualche foglia di basilico fresco.
Cuocete gli gnocchi in abbondante acqua salata e scolateli nel momento in cui risalgono in superficie.
Conditeli con il sugo di carne ed i vostri Gnocchi di Patate al Ragù sono pronti per essere gustati 😀

Gnocchi di Patate al Ragù

Per vedere altre ricette, cliccate qui 😀

Precedente Cantucci alle Nocciole Successivo Panini allo Yogurt senza Lievito

3 commenti su “Gnocchi di Patate al Ragù

  1. Annarita Rossi il said:

    Ciao Stefania, davvero erano i primi? sono bellissimi, rigati csì sembravano appunto rigatoni. Un classico non stanca mai e un piatto di gnocchi fumanti al ragù li apprezzo sempre. Brava hanno un aspetto davvero invitante.

    • Dolcissima Stefy il said:

      Eranto i primi senza uovo, per sicurezza ce l’avevo sempre messo 😉

  2. alessandra il said:

    La riga un po’ oblunga e’ un tocco di eleganza che non e’ da tutti!
    Bella realizzazione, classica, appetitosa, gustosissma. Che volere di piu’?
    Brava!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.