Biancomangiare alle Mandorle e Caramello

Oggi, secondo il Calendario del Cibo Italiano dell’ Associazione Italiana Food Blogger, inizia la Settimana della Mandorla , spiegata molto bene dalla bravissima Flavia ed io ho pensato di preparare il Biancomangiare alle Mandorle e Caramello.
Questo dolce è stato inserito, dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani ( P.A.T ).
E’ diffuso in tutta Italia, ma particolarmente in Sicilia, in Sardegna e Valle d’Aosta.
Il nome del Biancomangiare, conosciuto anche come Blanc Manger, deriva proprio dal suo colore candido, dato dal bianco del latte di mandorla.
Questo dolce veniva preparato già in epoca medievale e, importato dagli arabi, si diffuse in Italia, sopratutto in Sicilia, intorno al XII secolo.
Si racconta che il biancomangiare fosse presente anche nel banchetto, imbandito da Matilde di Canossa in occasione della riconciliazione tra papa Gregorio VII e il giovane imperatore Enrico IV di Franconia.
Alcune fonti storiche ci parlano di una cena grandiosa, che si concluse con un dolce raffinato, appunto il biancomangiare.

Biancomangiare alle Mandorle e Caramello

In genere si prepara con il latte, ma in Sicilia ed in particolare a Modica, viene usato il latte di mandorla.
Inoltre viene aggiunto dell’amido al posto della farina e della scorza di limone oltre alla vaniglia in modo che il dolce risulti più leggero e dal retrogusto delicato.
Il Biancomangiare si presta a tantissime decorazione, io ad esempio l’ho guarnito con del caramello fatto in casa e delle mandorle croccanti.

Ingredienti per 10 porzioni:
1 litro di latte di mandorla
200 g di zucchero semolato
100 g di amido di mais
la scorza di 1 limone biologico
qualche goccia di essenza di vaniglia
per il caramello:
120 zucchero semolato
50 ml di acqua
per guarnire:
mandorle q.b

Biancomangiare alle Mandorle e Caramello

Biancomangiare alle Mandorle e Caramello

Mettete in una pentola il latte di mandorla, l’amido di mais, lo zucchero e la scorza del limone a fette, cercando di prelevare solo la parte gialla e non quella bianca, altrimenti il dolce vi diventerà un po’ amaro.
Mescolate con una frusta a mano, evitando in questo modo che si formino dei grumi.
Unite la vaniglia e mettete la pentola sul fuoco.
Portate ad ebollizione, continuando a mescolare e lasciate bollire per circa 5 minuti.
Togliete dal fuoco, eliminate la scorza del limone e versate negli stampi in silicone monoporzione ( io ho usato quelli della Pavoni ), leggermente bagnato con un pochino d’acqua.
Lasciateli raffreddare a temperatura ambiente e poi riponeteli in frigorifero per circa 4 ore.
Sformateli delicatamente e disponeteli nei piattini.
Preparate il caramello, versando in un pentolino lo zucchero e l’acqua.
Fate sciogliere lo zucchero senza mai toccare con il cucchiaio.
Sarà pronto quando il colore sarà diventato bruno con una temperatura intorno a 170°.
Mettete il pentolino con il caramello all’interno di un recipiente con dell’acqua fredda in modo che la cottura si blocchi completamente.
Lasciatelo intiepidire e poi versatelo sul dolce insieme alle mandorle tostate.
Il vostro Biancomangiare alle Mandorle e Caramello è pronto per essere gustato 😀
Potete conservarlo in frigorifero per 2/3 giorni al massimo (preferibilmente negli stampini).

Biancomangiare alle Mandorle e Caramello

SE VOLETE TORNARE ALLA HOME DEL BLOG, CLICCATE QUI 😀

Precedente Pesto di Asparagi Successivo Ciambella allo Yogurt e Fragoline di Bosco

6 commenti su “Biancomangiare alle Mandorle e Caramello

  1. Lidia - The Spicy Note il said:

    Senza glutine e senza lattosio. Fantastico!
    Lo provo sicuramente… che dici, delle amarene sopra come le vedi??
    Ciao,
    Un abbraccio
    Lidia

  2. Marianna il said:

    Oddio… com’è invitante il tuo biancomangiare!!! Meraviglioso, complimenti davvero!!! Ciao, Marianna.

  3. Grazie Stefania per il tuo contributo, a me il Biancomangiare piace alla mandorla… non potevi scegliere una ricetta più bella per rappresentare la settimana della mandorla appena iniziata, GRAZIE,Flavia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.