Bianco come il Prosecco e il Formaggio della Marca Trevigiana

Bianco come il Prosecco e il Formaggio della Marca Trevigiana ..Associazione Italiana Food Blogger, Aifb, Marca Trevigiana, Blog Tour Treviso, Marca Treviso in Bianco, azienda agricola Loredan Gasparini, Latteria Perenzin, caffè Dersut, .

Il bianco nella Marca Trevigiana.. la scoperta di questo territorio continua con la visita all’ Azienda Agricola Loredan Gasparini, alla quale arriviamo verso l’ora del tramonto, circondati dai colori intensi dell’uva nera e dal colore quasi dorato dell’uva bianca, utilizzata per il prosecco Docg.

Bianco come il Prosecco e il Formaggio della Marca Trevigiana

Alla fine degli anni ’40, il Conte Piero Loredan decise di iniziare a produrre, nel terreno di Venegazzù, un vino di altissima qualità il “Rosso di Venegazzù”.

Bianco come il Prosecco e il Formaggio della Marca Trevigiana

All’interno dell’azienda sono presenti le vigne di Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot e Malbec per produrre vini di elevato pregio qualitativo, cercando di valorizzare il territorio e i vigneti.
Uno dei principali vini prodotti è il “Capo di Stato” che deve il suo nome a vari capi di stato che lo degustarono e lo apprezzarono.
Prodotto ancora dalle 100 vigne antiche del 1946, esportato in America in quegli anni, dovettero successivamente cambiare l’etichetta perchè mostrava una donna a seno nudo, alquanto scandalosa per l’epoca.

Bianco come il Prosecco e il Formaggio della Marca Trevigiana
Abbiamo poi assaggiato e assaporato alcuni dei prosecchi prodotti, come Asolo Prosecco Superiore ( l’azienda coltiva questo vitigno da numerosi anni nell’area collinare della provincia di Treviso che comprende Asolo e le uve coltivate in queste zone ricche di minerali che danno al prodotto un carattere decisamente strutturato, rendendolo unico ed inconfondibile ), il Cuvée Indigene ( che senza ombra di dubbio, il mio preferito, nasce da una selezione di uve della vecchia “vigna belvedere”. La particolarità è appunto un metodo naturale di vinificazione, infatti ha una fermentazione molto molto lenta, che utilizza solo i lieviti indigeni e senza l’aggiunta di zuccheri ) e il Vigna Monti ( che ha un carattere unico ed inconfondibile rispetto a tutte le altre tipologie di Prosecco ).

Marca treviso in bianco

Il racconto prosegue con la visita al Caffè Dersut, dove siamo accolti da una golosissima Crema fredda e dal profumo intenso di caffè.
Tra vecchie macchine dei primi del novecento e diverse miscele, percorriamo la storia del caffè stesso e di questa azienda che nasce nel 1949 a Conegliano.

Bianco come il Prosecco e il Formaggio della Marca Trevigiana

L’azienda ha sempre perseguito la ricerca della qualità, non solo del prodotto, ma anche dell’intero processo produttivo, ricercando le migliori qualità di caffè, acquistando i giusti raccolti, investendo sulla tecnologia ed effettuando costanti controlli.
Ma parliamo della storia di questo prodotto così bevuto in tutto il mondo..sapete quando si iniziò a consumare? La leggenda narra di un pastore abissino che aveva notato come le sue capre, dopo aver brucato alcuni tipi di cespugli e bacche, fossero più vivaci ed irrequiete del solito.
Raccontò questa storia ad alcuni monaci che, dopo diversi esperimenti, adottarono l’infuso di queste bacche per tenersi svegli durante le lunghe notti di preghiera.
Io non conoscevo questa storia e voi? 🙂
Dalla famiglia delle Rubiacee, il genere Coffea comprende molte specie e le più conosciute sono l’ Arabica, che detiene circa il 70% della produzione mondiale e la Robusta.

marca trevisoAll’interno del museo, possiamo ammirare le varie macchine per la tostatura dalle più antiche alle più moderne.
Con la tostatura, i chicchi di caffè verde aumentano di volume e diventano di un colore bruno. E’ in questo preciso momento che si sprigiona l’aroma che lo contraddistingue.
Segue poi la storia della macinatura in un periodo che va dal ‘700 ai giorni nostri.

marca treviso in bianco

Uno dei momenti più rilassanti, è stato poi la visita alla Pieve di San Pietro di Feletto, una piccola parrocchia cattolica immersa nel verde e dedicata a San Pietro Apostolo.

Marca treviso

Il primo nucleo della chiesa risale a un’epoca compresa tra VIII e il IX secolo, il suo sviluppo però si ebbe nel XI secolo quando prese forma l’attuale pieve.
Numerosi affreschi decorano l’ampio porticato, tra essi il celebre “Cristo della Domenica” .
A destra della facciata, sorge il campanile, struttura in stile romanico, che termina con una cuspide cinquecentesca.

blog tour treviso

Per ultima, ma non per importanza, vi ho lasciato la Latteria Perenzin che viene fondata agli inizi del ‘900 a Bagnolo e che produce formaggi da 4 generazioni e negli ultimi anni anche formaggi di capra biologici.

blog tour treviso

La produzione dell’antica Latteria Perenzin è affidata direttamente a Carlo Piccoli, che ha un’esperienza ventennale in tutta la filiera del latte e che si distingue per la passione e l’attenzione alla qualità dei prodotti.
Oggi la latteria esporta, oltre che in America, anche in tantissimi paesi europei e non.
Inoltre è nato anche il Cheese bar PER ( percorsi enogastronomici di ricerca ) in cui è possibile assaggiare una svariata moltitudine di piatti in cui sono presenti i formaggi della latteria.

blog tour

Vi lascio con la visione di alcuni piatti gustati da PER.

blog tour

Fra qualche giorno, vi racconterò l’ultima parte di questo tour davvero spettacolare 🙂

Se volete leggere il primo racconto, cliccate QUI.

Precedente Semifreddo al Mirto e Abbamele Successivo Torta della Suocera, ricetta in 5 minuti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.