Castagnole vegan ricetta

Castagnole vegan ricetta

E dopo le frappe non potevano certo mancare le castagnole vegan ricetta di carnevale.

Sono eccezzionalmente morbide, soffici, gustose e ovviamente… schifosamente fritte 😛

Le castagnole sono un altro dei dolci che si preparano per il periodo di carnevale. Anche loro ovviamnete rivisitate in chiave vegan; senza uova e senza lattosio e cosa fondamentale, senza crudeltà.

Facili da preparare, risultato veramente ottimo, non vi resta che provarle.

 

Cosa serve per circa 80 castagnole:

 

180 gr di farina di tipo 2 ( semi integrale)

70 gr di amido di mais

40 gr di zucchero di canna integrale

120 gr di yogurt di soia

1 arancia la buccia grattugiata

1 limone la buccia grattugiata

40 gr di olio di semi

2 cucchiai di vino bianco secco

3 cucchiai  di sambuca

1 bustina di cremor tartaro (o tre cucchiaini di lievito per dolci)

1/2 cucchiaino di bicarbonato

Olio di semi per friggere q. b.

zucchero per decorare q.b.

 

Uniamo in una ciotola gli ingredienti secchi e li mescoliamo bene tra di loro.

Facciamo spazio al centro degli ingredienti secchi, mettiamo tutti gli ingredienti liquidi. Iniziamo ad impastare prima con un cucchiaio, poi con le mani.

L’impasto deve risultare morbino ma non appiccicoso. Copriamo con un panno pulito e lasciamo 30 minuti in frigorifero a riposare.

Passato il tempo di riposo, facciamo con la pasta dei rotolini, come se stessimo facendo gli gnocchi, tagliamo dei tocchetti di impasto grandi come una nocciola. Utilizzate della farina per spolverizzare il tavolo da lavoro e le vostre mani.

 

Li arrotoliamo tra le mani per dargli una forma tonda, a pallina. Li tuffiamo ora nell’olio bollente.

Castagnole vegan ricetta

Quando le palline saranno dorate  da un lato le gireremo dall’altra parte, finita la cottura; le lasciamo sgocciolare su carta assorbente.

Le passiamo ora nello zucchero rotolandole da tutti i lati.

Una vera goduria, e come dico ai miei bambini… a Carnevale si può fare! 😀

Castagnole vegan ricetta

Dolcissimamente Zuccherosa – Gloria Perozzi 😉

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato da dolcissimamentezuccherosa

Sono quattro volte mamma, amo creare in tutti i campi, dal cibo alle pietre alla stoffa e via dicendo. Mi piace leggere, ascoltare musica, fotografare la vita, cucinare pasticciando :) ballare e tante altre cose. . Mi sono trasferita in campagna nel 2007. Scelta ottima per cio' che la natura riesce a trasmettermi... Insegno Reiki Usui tradizionale o Shiki Ryoho/Seichim Sekhem Reiki/Usui Teate dal 2001 nella sua semplicita'. La pasta di zucchero mi appassiona per un semplice motivo, vedere la gioia negli occhi dei bambini e' spettacolare; e' qualcosa che mi tiene legata alla mia parte fanciulla, quella che tutti dovremmo imparare ad alimentare. La PDZ come si chiama in gergo l'ho scoperta circa un'anno fa, ma la passione forte e' nata da pochi mesi. Qui' ho deciso di condividere le cose che ho appreso e ovviamente sono a disposizione per topper torte e tante altre cose! a volte la vita e' amara, quindi lasciatevi tentare da Dolcissimamente zuccherosa XD un bacio Gloria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.