Crea sito

Merendine fatte in casa per bambini

Merendine fatte in casa per bambini. Anziché comprare le merendine confezionate che contengono sostanze che non fanno sicuramente bene , prepariamo Merendine fatte in casa per bambini,  sane, con la giusta dose di grassi e senza conservanti. Si presentano ben compatte, ma nello stesso tempo soffici da non credere, si mantengono così morbide per giorni, anche riponendole in frigorifero.

Sono adatte per la merenda dei bambini o anche per la colazione.

Ti potrebbe interessare:

 

Ingredienti per la base:

Ingredienti per la crema:

Procedimento crema:
  1. Mettere a bollire il latte
  2. immergere il foglio di gelatina (detta anche colla di pesce) in 2 dita di acqua fredda
  3. frullare con le fruste elettriche i tuorli 2 minuti,
  4.  unire 3 cucchiai di latte caldo e continua a frullare altri 2 minuti,
  5.  aggiungere lo zucchero, frulla 3 minuti,
  6. unisci le farine, quando saranno ben amalgamate al composto,
  7. aggiungere il latte tutto in una volta, maneggiare velocemente e rimettere sul fornello a fuoco medio,
  8. unire la gelatina strizzata, al primo accenno di bollore togliere al fuoco e mettere a freddare in acqua fredda.
  9. una volta raffreddata unire la panna montata ( meglio utilizzare panna vegetale senza grassi idrogenati, già zuccherata, montata in precedenza)

Procedimento base:

  1. Dividere i tuorli dagli albumi, frullare con le fruste elettriche quest’ultimi, quando avranno creato una bella schiuma ( circa 3 minuti), unire 60 g di zucchero e continuare a frullare finchè la meringa sarà talmente densa da non cadere dal contenitori se capovolto(circa 3-4 minuti).
  2. Iniziare a frullare i tuorli 3 secondi, sempre con le fruste elettriche, poi unire l’acqua frizzante, (l’acqua deve essere bella gassata , in quanto è l’anidride carbonica, contenuta in essa, che che fa gonfiare e rende morbido l’impasto finale),  senza mai spegnere il frullatore, quando i tuorli saranno raddoppiati di volume e avranno creato un abbondante schiuma, aggiungere 60 g di zucchero, montare il composto sempre con le fruste elettriche, per 7 minuti circa, finchè sarà diventato bianco e denso.
  3. A questo punto aggiungere la farina setacciata in precedenza insieme al lievito, alternandola con lo yogurt e l’olio; tutto sempre senza mai spegnere le fruste.
  4. Infine versare la meringa, montata in precedenza, nell’impasto e mescolare con un cucchiaio dal basso verso l’alto (mai usare le fruste elettriche).
  5. Versare in una teglia da forno coperta con carta forno (35×40), infornare a 200° per 25-30 minuti.

P.S. io ho utilizzato un forno a legna, la consistenza del pan di spagna è veramente super soffice!!! se utilizzate un forno tradizionale, non dovrebbero esserci problemi, comunque regolatevi conoscendo il vostro forno, ma sicuramente 200° sarebbero troppi, io lo imposterei al massimo a 170 ° , controllando la cottura, ma naturalmente non aprendo lo sportello del forno, prima di 15 – 20 minuti, altrimenti si abbasserebbe compromettendo la sofficità finale.

Assemblaggio:

Capovolgere la base su un piano da lavoro, dividere in 2 sfoglie, facendo attenzione a non romperle.

Versare la crema su una sfoglia e coprire con l’altra ( se la sofficità della base non vi permette di spostarle senza romperle, aiutarsi con un vassoio di cartone piatto e sottile.

Infine tagliare il lato più lungo in 4 strisce da 10 cm; poi tagliare il lato più corto in 7 strisce da 5 cm ognuna, creando così 28 merendine dalle dimensioni 10 x 5 cm. Spolverizzare di zucchero a velo meringato, clicca qui per vedere il procedimento .

Per riporle in frigorifero, aiutarsi con una palettina piatta e rettangolare, prelevarle dal piano da lavoro e sistemarle in un vassoio. Il giorno dopo sono anche più buone, non perdono ne di sofficità e di gusto.

Le Merendine fatte in casa per bambini sono pronte per essere gustate.

 
[shopeat_button]

Commenta questo articolo

comments

21 Risposte a “Merendine fatte in casa per bambini”

  1. ciao,ci tenevo a farti i complimenti per il tuo blog.Vorrei provare a fare queste golose merendine,anche se i mie figli non sono proprio piccini,ma sono piu golosi di un bambino piccolo.Devono essere buone ti farò sapere

    1. Grazie Laura!!!!! è una soddisfazione ricevere complimenti, dietro a un blog c’è tantissimo lavoro ed è gratificante sapere che è apprezzato:-) anche i miei figli sono ragazzi ormai, ma come i tuoi sono golosi e queste merendine le adorano 🙂

    1. Ciao Alessandra, ascolta…la sofficità dipende molto dal procedimento, ma se hai seguito alla lettera tutto…il problema deve essere la cottura…io sulla ricetta ho scritto 200 gradi per 30-35 minuti..ma mi rendo conto che ogni forno ha i suoi tempi…ti posso dire che la base delle merendine, non deve essere cotta troppo, regolati dal colore, hai notato la foto nella ricetta? sono di un colore sbiadito.. anche la temperatura è importante…se utilizzi un forno elettrico impostalo a 170..fammi sapere!

      1. infatti dalla foto sembrano alte e soffici a me la base è venuta bassa come se non avesse lievitato…ma il forno deve essere statico o ventilato e la teglia 35×40 non è troppo grande? cmq sono buone lo stesso

        1. Alessandra, io ho utilizzato un forno a legna, non è ventilato, non ha grill….apposta credo che il problema dipenda dal forno…forse quello classico delle cucine, non cuoce come il forno a legna, anzi senza forse…senti prova ad utilizzare una teglia un pò più piccola..fai scaldare bene il forno prima di infornare…e infine cerca di terminare la cottura entro un tempo breve, se oltrepassi 30 minuti, la sofficità potrebbe compromettersi…sarei felicissima se riuscissi a ottenere un buon risultato, anche se hai scritto, molto carinamente…sono buone lo stesso 🙂 fammi sapere !!

          1. grazie, e si il forno a legna ha una altra cottura, ma se uno non ha lo yogurt a casa con cosa lo può sostituire?

  2. Roby ho rifatto le merendine con forno a 170 come hai detto tu controllando la cottura, ho usato due teglie piccole (2 metà di 35×40) e mi sono venute perfette oltre che ottime proprio come nella tua foto! e sono già sparite!

    1. Ciao Anna:-)…io ho utilizzato un forno a legna non ventilato….ma ascolta, se scorri in basso, leggerai i commenti di Alessandra e le mie risposte riguardo al forno…temperatura ecc…forse ti tornano utili:-), comunque se hai delle perplessità, dopo aver letto i commenti sotto…io sono sempre qui..chiedi pure, sarò felice di risponderti:-) ciao

    1. Figurati Marisa !!..è un piacere risponderti 🙂 la gelatina che utilizzo pesa 2 grammi ogni foglio. Grazie per avermi fatto notare la mancanza, vado ad aggiungere alla ricetta !!!! 🙂

  3. Complimenti,ricette favolose, al piu’ presto provero’ queste merende che sembrano davvero buone, ti volevo chiedere una cosa, la panna che viene usata per la crema la devo montare o no, per gelatina in fogli intendi colla di pesce? Grazie

    1. Ciao Elena !!! allora la panna la devi montare prima e poi unire alla crema ormai fredda, mescolando con un cucchiaio dal basso verso l’alto. Per quanto riguarda la gelatina, si..si..è colla di pesce 🙂 Per qualsiasi domanda sono qui, felice di risponderti 🙂 Ciao un abbraccio !!

      1. Grazie mille!!!!!! Ho controllato nella dispensa pultroppo mi mancano degli ingredienti, dovro’ rimandare il dolce al prossimo fine settimana.Ciao e ancora grazie.

  4. Ciao io le ho fatte ma ho avuto lo stesso problema di Alessandra, la base bassa come se non avesse lievitato…comunque credo che nella ricetta lo devi indicare che le hai cotte nel forno a legna non è un particolare da niente…altrimenti verranno male a tutte se non leggono i commenti, come è successo a me…

    1. Antonella mi dispiace veramente tanto che la base non ti sia venuta bene!!! Sono sicura che dipende dal tipo di forno, come ho già detto ad Alessandra. Ho aggiornato il post, come da te consigliato. Ti ringrazio tanto per avermelo fatto notare! Spero che riproverai a farlo, ma sarei veramente felice se il risultato sia positivo. Casomai fammi sapere, ci tengo!!!!! Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.