Ribollita toscana

La Ribollita toscana è una tipica zuppa della cucina Toscana. E’ a base di verdure e insaporita con delle croccanti fette di pane tostato. E’ l’ideale nelle fredde giornate invernali inoltre è sana e nutriente. Si chiama ribollita in quanto è usanza conservarla per il giorno dopo e poi rimetterla sul fuoco per riscaldarla, ribbollirla appunto. . Io la faccio da quando anni fa sono andata ad un corso ECM di formazione a Lucca e durante il pranzo ci hanno offerto questa deliziosa zuppa. All’inizio ero titubante poi appena assaggiata ho chiesto subito il bis.Ribollita toscana

Ribollita toscana

  • 1 vasetto  di fagioli cannellini già lessati
  • cotenna di maiale o prosciutto ( fatta dare dal slaumiere, non è altro che la cotenna del prosciutto crudo)
  • mezzo cavolo nero
  • mezzo cavolo verza
  • 150 g di spinaci
  • 1 patata
  • 2 pomodori
  • concentrato di pomodoro
  • mezza cipolla
  • mezza costa di sedano
  • 1 carota
  • aglio e prezzemolo
  • timo e rosmarino
  • pane raffermo
  1. Iniziamo preparando le verdure. Puliamo bene tutte le verdure poi tagliamo a listarelle il cavolo nero e la verza. Tagliamo a cubetti la patata, spelliamo i pomodori, priviamoli dei semi e tagliamoli a cubetti.
  2. Tritiamo grossolanamente il sedano, la carota e la cipolla assieme al prezzemolo.
  3. Facciamo un soffritto con l’olio, l’aglio e questo battuto ed uniamoci la cotenna tagliata a pezzettini. NB: La cotenna va pulita bene con un tovagliolino di carta imbevuto nel latte.
  4. Uniamo ora i pomodori,i pomodori, i cavoli, le patate, il timo sbriciolato e aggiustiamo di sale e pepe.Ribollita toscana
  5. Facciamo cuocere per 30-40 minuti unendo qualche bicchiere di acqua. Passata la mezz’ora uniamo due cucchiai di concentrato di pomodoro.
  6. Quando le patate sono diventate morbide, togliamo via le cotenne e preleviamo metà della zuppa. Passiamola al passaverdure e versiamola nuovamente in pentola.
  7. Facciamo bollire la nostra ribollita toscana per altri 10 minuti.
  8. Suddividiamola in terrine individuali di coccio e accompagnala con fette di pane tostato strofinate di aglio. Guarniamo con un filo d’olio e del rosmarino.

Seguitemi anche sulla mia pagina FACEBOOK

VOLETE RIMANERE SEMPRE AGGIORNATI SUL MIO BLOG E RICEVERE PERIODICAMENTE LA MIA NEWSLETTER CON LE ULTIME NOVITA’ E RICETTE?

 Clicca QUA’….e RIMANIAMO IN CONTATTO!

 

Precedente Ciambelle di patate o graffe Successivo Dolci di Carnevale, raccolta di ricette in PDF

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.