Biscotti dei morti siciliani (tetú e teio)

Biscotti dei morti siciliani tetú e teio

I biscotti dei morti sono una tradizioni siciliana che mi riporta alla mia infanzia. Ogni anno in occasione della festivitá dei morti il 2 novembre si preparavano ( e si continuano a preparare) i cosidetti “cannistri”. Sono dei cesti pieni di leccornie dove non mancavano i “pupi di zuccaru” delle figure fatte completamente di zucchero e naturalmente i biscotti dei morti, tradizione voleva che ai bambini venissero nascosti per casa insieme a dei regali e la mattina della festa venissero cercati per tutta casa come segno di un regalo dei cari defunti. Devo dire peró che la denominazione biscotti dei morti variano da zona a zona, nelle mie parti infatti vengono definiti cosi i taralli: dei biscotti altrettanto buoni e coperti di glassa sia bianca che al cacao, ultimamente si trovano anche con glassa all’arancia, ma leggermente diversi per l’impasto. Questi biscotti dei morti che vi propongo oggi sono tipici della zona di Palermo e vengono infatti chiamati “tetú e teio”, che tradotto in italiano vuol dire “tieni tu e tengo io” ad indicare proprio il senso della condivisione e cioé “uno tu ed uno io”. I miei non contengono ammoniaca perché l’odore mi da’ leggermente fastidio, ma potete aggiungerla nelle dosi indicati nella ricetta, con la farina setacciata. Sono essenzialmente dei biscotti alle mandorle abbastanza compatti e non molto dolci se non fosse per la glassa che li ricopre. Sono molto semplici da fare e con un 1 impasto ne otterrete circa 32-35 a seconda le dimensioni. Si mantengono fragranti per giorni, se conservati in una scatola di latta. Ringrazio il Signor Francesco Palazzolo che ha postato la ricetta nel gruppo facebook Amanti del cibo Siciliano Sicil_EAT  alla quale mi sono ispirata, ma che ho leggermente modificato. Ma vediamo nel dettaglio come si preparano nella ricetta che segue.

biscotti dei morti Ricetta

Per l’impasto

  • 500 g farina 00
  • 1 pizzico di bicarbonato
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale
  • 150 g zucchero semolato
  • 1 baccello di vaniglia
  • 150 g di strutto
  • 150 g mandorle tritate finemente
  • latte q.b. (io ne ho usato 210 ml ca.)
  • 10 g di ammoniaca per dolci (io non l’ho messa)

Per la glassa

  • 250 g zucchero a velo
  • 1 pizzico di sale
  • 2 albumi
  • 2 cucchiaini di cacao amaro

Preparazione dei biscotti dei morti siciliani

Iniziate la preparazione dei biscotti dei morti siciliani versando in una ciotola farina setacciata con il bicarbonato, sale, mandorle, zucchero e mescolate con un cucchiaio di legno in modo che le polveri si mescolino bene. Quindi unite l’uovo e lo strutto e iniziate ad impastare. Io ho usato la planetaria con la frusta d’impasto a bassa velocitá. A questo punto versate i semi del baccello di vaniglia nel latte e versatelo poco alla volta nell’impasto fino ad ottenere un impasto morbido. Quindi rivestite una teglia con carta forno e formate i biscotti. Io ho usato la quantitá di un cucchiaio ed ho formato delle semisfere. Naturalmente potete farli nella forma che piú vi piace come delle palline ad esempio.Ora infornate in forno preriscaldato a 170° per circa 30 minuti.

biscotti dei morti A questo punto dedicatevi alla glassa: montate gli albumi a neve con un pizzico di sale. Quindi unite a pioggia lo zucchero a velo setacciato e continuate a montare finché non otterrete la glassa liscia e senza grumi. A questo punto se volete, potete dividere la glassa in 2 ciotole ed unire nella seconda il cacao. Oppure potete fare come me e cioé ho sfornato la prima teglia di biscotti lasciato intiepidire e glassato con la glassa bianca. Quindi ho sfornato la seconda teglia abbassato la temperatura  del forno a 150° e infornato la prima teglia solo per 5 minuti per far addensare la glassa. Alla glassa bianca ho unito il cacao amaro mescolato energicamente per un paio di minuti formando una glassa al cacao liscia e senza grumi e ho glassato la seconda teglia di biscotti dei morti col glassa. Quindi ho rinfornato per 5 minuti anche la seconda teglia glassata al cacao.

tetú e teio Lasciate raffreddare completamente i vostri biscotti dei morti e gustatevi questa bontá sono veramente deliziosi. E se vi va ritornare un po’ bambini o far una sorpresa per i vostri piccoli il 2 novembre preparate un bel cannistru pieno di dolcetti e biscotti dei morti naturalmente.

biscotti dei morti

 

Precedente Pancake al cacao Successivo Torta cioccolato e mandorle senza farina

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.