Pizza senza impasto

Pizza senza impasto, una pizza sulla quale non avrei scommesso tanto, ho sempre pensato che con un semplice cucchiaio in una ciotola non poteva nascere una pizza fatta come si deve, eppure, sono rimasta veramente stupita dell’ottimo risultato.
La pizza senza impasto, quindi realizzata sena planetaria, ma direttamente in una ciotola, necessita solo di piccoli accorgimenti una volta amalgamato il composto nella ciotola, sarà sufficiente fare qualche giro di pieghe per rendere l’impasto più liscio e forte e sarà subito pronta.
La pizza senza impasto è una pizza facile da preparare, ma anche una pizza veloce, perfetta per i meno esperti con i lievitati, se amate la pizza soffice, quella pizza dove la crosta è super dorata ma praticamente è morbida quanto l’interno, questa è la pizza perfetta per voi.
Potete provare anche la ricetta della PIZZA IMPASTATA A MANO o della PIZZA IN TEGLIA SOFFICE, tutte ottime alternative da provare.

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo2 Giorni
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni1 pizza
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per l’impasto

300 g farina di forza (o farina per pizza o farina 0 )
240 ml acqua
8 g sale
1 g lievito di birra fresco (o secco)
1 cucchiaio olio extravergine d’oliva

Per farcire la pizza

200 g polpa di pomodoro
150 g mozzarella
q.b. olio extravergine d’oliva
q.b. origano
q.b. sale
q.b. basilico

Strumenti

1 Ciotola
1 Cucchiaio
1 Teglia

Passaggi

Versate la farina in una ciotola, aggiungete il lievito di birra fresco, o se preferite potete utilizzare anche quello secco.
Aggiungete l’acqua tiepida a filo man mano che verrà assorbita, mescolate con un cucchiaio fino a completo assorbimento dell’acqua.
Il vostro impasto non risulterà liscio ed elastico, ma non importa, per ora l’importante è che non ci siano grumi.
Dopo aver assorbito tutta l’acqua, aggiungete il sale, infine un cucchiaio di olio extravergine d’oliva e amalgamate anche quello con il cucchiaio.

Coprite l’impasto con pellicola, fatelo riposare una decina di minuti, bagnatevi le mani con olio extravergine d’oliva, iniziate a fare qualche piega semplice dentro la ciotola tirando i lati dell’impasto verso il centro, poi tiratelo fuori dalla ciotola, fate ancora qualche piega circolare senza poggiarlo e vederete che l’impasto inizierà ad essere sempre più liscio ed elastico, come quando si incorda nella planetaria.
Trasferitelo in una ciotola unta con un filo d’olio, copritelo con pellicola trasparente e fatelo lievitare fino a raddoppio di volume.

LIEVITAZIONE

Potete procedere in vari modi e con diversi tempi di lievitazione, vi scrivo alcuni esampi e potete scegliere quello che fa a caso vostro.

Fate lievitare per una notte o comunque per 10/12 ore circa, ad esempio, impastate alle 22, stendete su teglia unta con un filo d’olio alle 10 della mattina dopo, per poi cuocere la pizza alle 12.

Fate lievitare per 10/12 ore circa, ad esempio, impastate la mattina alle 7, stendete su teglia unata con un filo d’olio alle 17/18 circa, cuocete tra le 19 e le 20 la sera.

Fate lievitare per 24 ore circa in frigorifero, poi per 10/12 ore a temperatura ambiente e ancora 2 ore in teglia unta con un filo d’olio.

Fate lievitare per 36 ore in frigorifero più 10/12 ore a temperatura ambiente o comunque fino a raddoppio di volume, più 2 ore circa in teglia unta con un filo d’olio.

(Io ho scelto l’ultima lievitazione, la più lunga)

Spostate la pizza su una teglia (diametro 32 circa) unta con un filo d’olio etravergine d’oliva e stendetela con le mani leggermente bagnate, fate lievitare per 1o 2 ore circa.
Condite la pizza con un filo d’olio, poi con la polpa di pomodoro condita con un pizzico di sale e l’origano.

Cuocete la pizza a forno ventilato a 280° o alla massima temperatura del vostro forno per 5/6 minuti circa o comunque fino a doratura del fondo.
Sfornate la pizza, aggiungete la mozzarella e cuocetela per altri 2/3 minuti, giusto il tempo di sciogliersi la mozzarella.
I tempi possono variare in base al forno, valutate la doratura.

Sfornate la pizza, aggiungete a piacere olio extravergine e basilico fresco.

La pizza senza impasto è pronta, non vi resta che servirla.

Conservazione

La pizza senza impasto è ottima appena sfornata, ma è buonissima anche se la mangiate fredda dopo qualche ora, se dovesse avanzare, potete scaldarla in una padella antiaderente con coperchio e sembrerà appena sfornata.
Si può comunque conservare fino a 48 ore in frigorifero coperta con pellicola.

Consigli

Per non rischiare di ritrovarvi con l’acqua della mozzarella sulla superficie della pizza, vi consiglio di tagliare la mozzarella qualche ora prima e di metterla a strati in un piatto con carta da cucina fino al momento di utilizzarla.
Potrebbe interessarvi anche questa Base pizza, perfetta per pizza al piatto o in teglia, ma anche pizza fritta o calzoni.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.