Pizza alla carlofortina

Pizza alla carlofortina, una pizza che ho mangiato qualche volta in Sardegna, nata dalla ricetta della famosa pasta alla carlofortina.
La pizza alla carlofortina, come anche la pasta si prepara con tonno, pomodori freschi e pesto genovese, ottimi ingredienti se messi insieme sia in un piatto di pasta che su una pizza, un po’ di polpa di pomodoro e una semplice mozzarella per completare il tutto.

Pizza alla carlofortina

Trovate questo piatto per pizza Villeroy & Boch  cliccando “QUI” dove troverete anche tanti altri accessori tutti a tema pizza.

Pizza alla carlofortina

Ingredienti

Per una pizza diametro 32

Per la base

250 grammi di farina 2

155 millilitri di acqua
5 millilitri di olio extravergine d’oliva
1 grammo di lievito di birra fresco
7 grammi di sale

Per farcirla

100 grammi di polpa di pomodoro
1 mozzarella
150 grammi di tonno sott’olio
qualche cucchiaio di pesto
pomodorini freschi
origano
basilico fresco

(utilizzate tonno all’olio extravergine d’oliva, meglio ancora se filetti di tonno)

Procedimento per la pizza alla carlofortina 

Pizza alla carlofortina

Versate farina e lievito nell’impastatrice, aggiungete l’acqua in modo graduale man mano che lavorate l’impasto, lasciatene un po’ da parte per far assorbire il sale.
Lavorate l’impasto fino ad incordarsi completamente, una volta incordato aggiungete il sale con la restante acqua, amalgamate bene il tutto, poi aggiungete l’olio, lavoratelo ancora per pochi istanti.

Fate lievitare l’impasto per una notte (10/12 ore circa).

Infarinate bene l’impasto e stendetelo su una teglia, copritelo con pellicola e fatelo lievitare ancora per un’ora.

Tagliate i pomodorini e versate il tonno in un colino e tenete tutto da parte.

Farcite con polpa di pomodoro, mozzarella, tonno ben sgocciolato e pomodorini tagliati a fettine.

Infornate a 250° a forno ventilato e fate cuocere per 10 minuti circa, i tempi di cottura possono variare leggermente in base al forno.

Sfornate la pizza e ultimate il tutto con un po’ di pesto e qualche foglia di basilico, portatela subito a tavola.

Mi trovate anche su Fecebook

Precedente Crostini con uova e pesto Successivo Spaghetti pastafariani

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.