Crea sito

Pasta con nduja e melanzane

Pasta con nduja e melanzane, con ricotta salata di bufala, un primo piatto che chiamarlo gustoso non rende giustizia alla ricetta, non uno o due ingredienti ma vari ingredienti abbastanza importanti, che messi insieme rendono il piatto meraviglioso.
Adoro la pasta con la nduja, ma anche quella alla Norma con le melanzane e la ricotta salata, in questo caso ho voluto unire le due cose e il risultato è stato sorprendente.

Per preparare questo primo piatto ho utilizzato la ricotta salata di bufala di La Zizzona di Battipaglia

Pasta con nduja e melanzane

Pasta con nduja e melanzane

Ingredienti

Per tre persone

250 grammi di rigatoni
mezza cipolla
nduja
1 spicchio d’aglio
1 melanzana
ricotta salata di bufala
olio extravergine d’oliva
basilico fresco
400 grammi circa di polpa di pomodoro

Procedimento per la pasta con nduja e melanzane

Pasta con nduja e melanzane

Lavate la melanzana e tagliatela a piccoli cubetti, versatela un una padella antiaderente con un filo d’olio, fatela rosolare, poi mettete il coperchio e fatela cuocere per dieci, quindici minuti circa a fiamma dolce.
Spostate le melanzane in una ciotola tritate e rosolate aglio e cipolla nella stessa padella con un filo d’olio, una volta rosolati aggiungete la nduja, la quantità va in base ai gusti, a me piace abbondare, fatela sciogliere, poi versate la polpa di pomodoro, salate, mescolate e fate cuocere per un quarto d’ora circa a fiamma dolce.

Cuocete la pasta, lasciatela al dente , fatela saltare in padella aggiungendo un mestolo di acqua di cottura, una volta che si sarà ben amalgamata e insaporita bene spegnete la fiamma.
Aggiungete basilico fresco, un filo d’olio a crudo e versate nei piatti, ultimate ogni piatto con scaglie di ricotta salata e portate subito a tavola, la ricotta va aggiunta solo alla fine in modo da non alterarne il gusto.

Mi trovate anche Facebook

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.