Fusilli al ragù di pecora

Fusilli al ragù di pecora, un primo piatto che oggi vede partecipi i fusilli, più precisamente i fusilli Canossa, mentre solitamente con questo condimento in Sardegna è abitudine preparare malloreddus o maccarrones ladus, un altro tipo di pasta particolare che si prepara rigorosamente a mano.
Perchè la scelta di preparare invece dei fusilli? Io che solitamente seguo alla lettera tutto ciò che è tradizione, cercando di non apportare alcuna modifica per mantenere tutto come un tempo, in questo caso l’ho fatto per un motivo specifico, questa è la seconda ricetta che preparo per il  Girodeiprimi, un contest che vede partecipe la pasta Canossa e mette a braccetto tradizione e innovazione.
Se vogliamo raccontare l’innovazione, stravolgiamo quella che è l’usanza di questo sugo e lo utilizziamo in un altro formato in una sorta di gioco, parlando invece di tradizione, si può raccontare di questo piatto che si prepara tutt’ora ma soprattutto si preparava un tempo, più o meno tutti avevano in casa la carne di pecora o adi agnello, o perchè pastori o perchè c’erano comunque gli scambi quindi anche chi non era pastore aveva sempre in casa della carne.
Preparare un sugo con questa carne non era quindi un grande costo e in compenso saziava essendo poi alla fine un piatto unico se preparato con tanta carne.

Fusilli al ragù di pecora

Fusilli al ragù di pecora

Ingredienti

Per 4 persone

500 grammi di carne di pecora (solo polpa)
350 grammi di fusilli Canossa
2 spicchi d’aglio
mezza cipolla
2 carote
1 gambo di sedano
olio extravergine d’oliva
500 grammi di polpa di pomodoro
200 millilitri di vino rosso
prezzemolo fresco
pecorino grattugiato

Fusilli al ragù di pecoraFusilli al ragù di pecora

 

Procedimento

Prendete la carne di pecora e tagliatela a pezzetti piccolissimi, non deve essere macinata ma tagliata con il coltello a piccoli pezzi, scaldate bene un tegame dal fondo spesso, versate un filo d’olio e la carne, rosolatela bene a  fiamma vivace in modo da renderla totalmente dorata, tenendola mescolata in continuazione.

Pulite e tritate la cipolla, il sedano e le carote, aggiungetele alla carne, mescolate e rosolate bene il tutto, aggiungendo per ultimo l’aglio tritato.

Bagnate il soffritto con il vino rosso, mescolate bene, abbassate la fiamma e una volta che si sarà asciugato il vino aggiungete  la polpa di pomodoro e mezzo bicchiere d’acqua.

Tritate il prezzemolo, aggiungete anche quello, salate e mescolate bene, mettete il coperchio e fate cuocere a fiamma bassa per quattro ore circa, tenendolo mescolato di tanto in tanto.

Cuocete la pasta avendo cura di lasciarla al dente, conditela con il sugo preparato, mescolate bene, infine aggiungete il pecorino grattugiato.

Non vi resta che portarla subito a tavola.

Fusilli al ragù di pecora

Con questa ricetta partecipo al contest #girodeiprimi indetto da La Melagrana – Food Creative Idea e Pasta di Canossa”

Fusilli al ragù di pecora

 

 

Mi trovate anche su Facebook

Precedente Focaccia soffice al tonno Successivo Sandwich con uova bacon e senape

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.