Empanada gallega con pasta sfoglia

Empanada gallega con pasta sfoglia, una ricetta che ho preparato più volte, in versione pasta lievitata, in versione veloce in padella e ora con pasta sfoglia.
Ogni tanto capita che  nella mia pagina mi scrivano per dei consigli, altre  volte invece mi scrivono anche per darmi una ricetta che hanno preparato loro, ecco questa è una ricetta che mi hanno dato e ho voluto provare, grazie Pietro, la ricetta è riuscitissima!
La ricetta consigliata prevedeva anche le uova, non le ho messe perchè a casa non le tutti le mangiano, proverò un’altra volta in versione mini in modo da accontentare tutti, ho seguito il resto della ricetta aggiungendo giusto un po’ di paprika.
Amo le ricette spagnole, questa potete sfornarla e gustarla calda, ancora meglio se la lasciate raffreddare e la mangiate fredda, quindi perfetta da preparare in anticipo.

Empanada gallega con pasta sfoglia

Empanada gallega con pasta sfoglia

Ingredienti

2 rotoli di pasta sfoglia
2 cipolle
2 peperoni
300 grammi di tonno sott’olio
250 grammi di pomodori freschi
1 uovo
1 cucchiaio di paprika dolce
pepe a piacere

Procedimento per empanada gallega con pasta sfoglia

Empanada gallega con pasta sfoglia

Sbucciate le cipolle e tagliatele finemente, lavate e tagliate anche i peperoni a listarelle, versate il tutto in una padella con l’olio del tonno (solo se utilizzate tonno all’olio d’oliva, in caso contrario usate dell’altro olio) fate rosolare a fiamma moderata.

Tagliate i pomodori non troppo finemente, aggiungeteli al soffritto e cuocete per 20 minuti circa a fiamma moderata, aggiustate di sale, aggiungete la paprika dolce e a piacere un po’ di pepe, mescolate il tutto, spegnete la fiamma e aggiungete il tonno, mescolate il tutto e lasciate raffreddare.

Srotolate la pasta sfoglia, adagiate un rotolo di sfoglia su una teglia con carta forno, versate tutto il composto preparato.

Versate l’uovo in una ciotola, sbattetelo bene con una forchetta, spennellate i bordi della sfoglia e richiudete con l’altro rotolo, l’uovo servirà a sigillare meglio.

Spennellate la superficie con il restante uovo, se volete insaporire ancora di più ultimate il tutto con un po’ di sale e paprika in superficie.

Infornate a 180° e fate cuocere per 20 minuti circa, i tempi possono variare in base al forno, valutate la doratura desiderata.

Mi trovate anche su Facebook

Precedente Frittata di spaghetti Successivo Far da Mangiare 2017

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.