Crostini con cozze alla catalana

Crostini con cozze alla catalana, preparati con pistoccu, pane tipico sardo secco, ideale da bagnare e farcire in tanti modi, perfetto quindi da utilizzare al posto dei soliti crostini.
Le cozze alla catalana sono un ottimo secondo piatto o antipasto estivo, un classico come l’aragosta, entrambi molto graditi, ma avete mai provato a servirle sui crostini?

Crostini con cozze alla catalana
  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 5/6 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 1 kg cozze
  • 1 cipolla rossa
  • 3 Pomodori
  • 50 ml Olio extravergine d'oliva
  • 30 ml Succo di limone
  • 60/70 ml acqua di cottura delle cozze
  • 3/4 foglie Basilico
  • pistoccu

Preparazione

  1. Lavate accuratamente le cozze, privandole della cordicella solitamente presente al loro interno.
    Mettete le cozze in un tegame capiente, accendete la fiamma e fatele cuocere per pochi minuti (5/6 minuti circa) giusto il tempo di aprirsi, poi spegnete la fiamma.
    Fate raffreddare le cozze, poi privatele del guscio e filtrate l’acqua di cottura.
    Lavate i pomodori e tagliateli a fettine, sbucciate la cipolla rossa, passatela sotto l’acqua corrente e tagliate a fettine anche quella.
    Prendete un piatto fondo o una ciotola, versateci il succo di mezzo limone (30 ml circa) poi aggiungete l’olio e l’acqua delle cozze, mescolate il tutto con una forchetta ottenendo un emulsione.
    Versate l’emulsione sulle cozze, aggiungeteci i pomodori, le cipolle e le foglioline del basilico spezzate grossolanamente con le mani, mescolate bene il tutto e lasciate insaporire per almeno mezzora.
    Se preparate le cozze alla catalana in anticipo, copritele con pellicola e conservatele in frigorifero.
    Spezzate il pane e farcitelo con le cozze alla catalana, versando anche parte del liquido, servitelo dopo una decina di minuti, se lo preparate troppo presto rischiate di ammorbidire troppo il pane.

    Mi trovate anche su Facebook

Note

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Precedente Costine marinate alla birra Successivo Pasta fredda con quartirolo e pomodorini

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.