Ciambelline, dolci tipici sardi

Ciambelline, dolci tipici sardi, due biscotti da assemblare con marmellata che formano piccoli fiori, che si possono preparare più o meno spessi in base ai propri gusti, io le preferisco sottili e friabili.
Le ciambelline sarde sono sempre presenti durante le feste più importanti, come Natale e Pasqua o per le cerimonie come battesimi, cresime, comunioni e matrimoni, un dolce noto in tutta la Sardegna e non solo in alcune zone.
Questo dolce non ha una vera e propria storia da raccontare, è sicuramente molto antico, in sardo note come ciambellasa o ciambelleddasa, ottime per la colazione, per la merenda o da servire appunto durante le feste, quindi dopo un pranzo in famiglia.
Io le preparo con il burro, ma un tempo si preparavano con lo strutto, considerando che era un grasso che era presente un po’ in tutte le case.
Un tempo per le cerimonie si preparavano insieme ad altri dolci e si servivano dei vassoi misti o si preparavano dei singoli vassoi misti da regalare ad ogni famiglia in modo da poterli gustare in un secondo momento a casa propria, forse come segno di gratitudine per la loro presenza alla cerimonia, forse perchè dopo un pranzo ricco in pochi avevano voglia di mangiare anche il dolce e quindi un’usanza in ogni caso utile e gradita.

 

 Ciambelline, dolci tipici sardi

 Ciambelline, dolci tipici sardi

Ingredienti

500 grammi di farina
3 uova
200 grammi di zucchero
175 grammi di burro (o strutto)
1 bustina di lievito
scorza grattugiata di un limone
un pizzico di sale

marmellata q.b
zucchero a velo per guarnire

Procedimento

Fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente,a  bagnomaria  o al microonde.
Versate la farina, lo zucchero, il lievito, la scorza di limone, un pizzico di sale, le uova e il burro in una ciotola o nella planetaria e lavorate bene il tutto fino ad ottenere un composto liscio e morbido.
Dopo aver amalgamato il tutto, infarinate un piano da lavoro e stendete una parte dell’impasto con un mattarello.
Tagliate le ciambelline con uno stampo a forma di fiore grande e uno più piccolo, infine forate la parte centrale di quello più piccolo.

Preparate più teglie con carta da forno, separate i biscotti piccoli da quelli più grandi, cuocete i biscotti a 180° fino a doratura desiderata, 7/8 minuti circa, i tempi possono variare in base al forno.
Una volta cotti lasciateli raffreddare, poi farcite i biscotti più grandi con la marmellata, richiudeteli con quelli piccoli e ricopriteli con zucchero a velo, le vostre ciambelline sono pronte.
Conservate le ciambelline in una scatola di latta per mantenerle buone e friabili più a lungo.

 Ciambelline, dolci tipici sardi

 

Mi trovate anche su facebook

 

Precedente Crostata pasticciata Successivo Uova ripiene

5 commenti su “Ciambelline, dolci tipici sardi

  1. Gala il said:

    Brava, Miky! Come pensierino per Natale non è male. Mi devo ricordare di questa ricetta, grazie! 🙂

    • Michela il said:

      Ciao Ivana, in questo caso puoi anche non utilizzarlo, nel senso che è una frolla, la frolla di norma non ha lievito, serve a renderle un po’ più friabili, ma potresti anche starea attenta alla cottura e non farle dorare troppo, risulterebbero comunque buone, ma se vuoi puoi sostituirlo con 6 grammi di bicarbonato e 30 ml di succo di limone, queste dosi puoi utilizzarle un po’ per tutto 🙂 il succo potrebbe ammorbidire troppo l’impasto ma ti basterà aggiungere una manciata di farina.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.