Cartellate

Le cartellate, dolce tipico pugliese e lucano, che varia il nome in base al luogo, chiamate infatti anche carteddate, crustele, cartidatte, si preparano soprattutto a Natale.
Le cartellate in Puglia  sono il dolce di Natale per eccellenza, sembra che per i cristiani rappresentino l’aureola ma anche la corona di spine, queste corone, una volta preparate vengono fritte in abbondante olio e una volta cotte si servono con il miele o con il vincotto.
Le cartellate sono un dolce molto antico e abbastanza elaborato, la sua preparazione è un po’ lunga, è proprio per questo che, un tempo per la realizzazione di questo dolce le donne usavano riunirsi in modo da prepararlo in compagnia, con questa scusante ci si trovava insieme ad anticipare le feste.
Le cartellate, se ben conservate, ad esempio in una scatola di latta si conservano bene per svariati giorni, ma meglio se le immergete nel miele o nel vincotto solo poco prima di gustarle, in modo da mantenersi friabili e gustose come appena preparate.
Non solo la storia e la ricetta, ma altra cosa importante da dire in merito a questo meraviglioso dolce è che per realizzarlo ho utilizzato la ricetta della mia amica Manu, di Una Manu in Cucina, dopo forse 4 anni che le dico, questo Natale le preparo mi sono finalmente decisa, inutile dirvi che avrei dovuto prepararle prima, la sua ricetta la trovate  “QUI”.

Cartellate
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    1 ora
  • Cottura:
    1 minuto
  • Porzioni:
    75/80 pezzi
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Farina 00 500 g
  • uovo 1
  • Vino bianco 125 ml
  • Olio extravergine d’oliva 100 ml
  • Scorza d’arancia
  • Zucchero 10 g
  • Sale 1 pizzico
  • miele (o vincotto)

Per friggere

  • Olio di semi di arachide 1 l

Preparazione

  1. Versate l’olio extravergine in un pentolino, scaldatelo senza farlo friggere, lavate bene l’arancia, grattugiate la scorza, spegnete la fiamma e versatela nell’olio, lasciatelo raffreddare e insaporire a fiamma spenta.

  2. Versate la farina nella planetaria o in una ciotola se impastate a mano, aggiungete il sale, lo zucchero e l’uovo, iniziate a mescolare gli ingredienti, a questo punto aggiungete anche il vino e per ultimo l’olio, avendo cura di farlo smepre in modo graduale, lavorate l’impasto fino ad ottenere un composto liscio e morbido.

  3. Una volta pronto l’impasto, tagliatene un pezzo e passatelo nella sfogliatrice, fino a risultare sottile (io ho utilizzato la penultima apertura).
    A questo punto avrete ottenuto una striscia lunga, prendete una rotella dentellata e tagliate le  strisce 3 x 25.
    Prendete una striscia ottenuta per formare la coroncina, pizzicate la pasta come nelle foto, poi arrotolatela su se stessa e sigillate l’estremità.
    Procedete allo stesso modo fino ad ultimare tutto l’impasto, poggiate le cartellate su un vassoio infarinato.

  4. Cartellate

    Versate l’olio in una padella capiente, una volta caldo friggete le cartellate, in pochi istanti risulteranno dorate e le dovrete girare per ottenere lo stesso risultato da entrambe le parti, scolatele e adagiatele su carta assorbente in modo da perdere l’olio in eccesso.

    Versate il miele o il vincotto in una padella, scaldatelo, spegnete la fiamma e immergete velocemente le cartellate, una volta pronte mettetele su un piatto da portata e portatele a tavola.

  5. Cartellate

    Se anche voi avete dei bambini golosi che non amano il miele o il vincotto, fate come me, preparatene un piatto con la nutella, andranno a ruba!

    Mi trovate anche su Facebook

Consigli

Conservate le cartellate in una scatola di latta e bagnatele nel miele o nel vincotto solo poco prima di servirle.

Precedente Alberello di Natale al salmone Successivo Tronchetto di Natale salato

2 commenti su “Cartellate

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.