Crea sito

Arance candite

Arance candite, una cosa che non ho mai amato fino a prepararle da me e ora non posso più fare a meno di tenerle in casa, buone su tanti dolci e assaggiarle così è come mangiare un ‘ottima caramella alla frutta.
Metterle su un panettone è il massimo, ma anche su una semplice torta o tante altre ricette dolci, si prestano a tante idee, ma se le assaggiate così è difficile non continuare a mangiarle.

 Arance candite

 

 Arance candite

Ingredienti

1 kg di arance
1 kg di zucchero

Procedimento

Lavate bene le arance e  bucatele in più punti con uno spiedino, mettetele in una ciotola piena d’acqua e tenetele in un luogo fresco, cambiare l’acqua il giorno dopo e procedete in questo modo per 5/6 giorni, questo serve a far si che le arance perdano l’amaro.
Tagliate le arance a pezzi piccoli.
Una volta tagliate versatele in una padella antiaderente e aggiungete lo zucchero.
Fate cuocere per 1 ora circa, tenendole controllate e mescolando ogni tanto.
La cosa importante è spegnere appena si addensano bene, prima che lo zucchero diventi troppo caramellato o si indurirebbe e non sarebbe più possibile utilizzarle.
Si possono utilizzare subito o conservare nei barattoli di vetro per poterle usare tutto l’anno.

Mi trovate anche su Facebook

7 Risposte a “Arance candite”

    1. Ciao Maria, io sterilizzo i barattoli prima, se hai la lavastoviglie basta anche lavarli li, poi qualunque conserva preparo metto nie barattoli ancora fumante, se la versi calda forma il sottovuoto e va benissimo, non si guasta e non corri rischi. L’unico rischio è se non si crea il sottovuoto.

  1. Ho seguito altre tue ricette sempre con grande successo, ma questa volta qualcosa non ha funzionato.. Intanto dopo 5 giorni nell’acqua le arance avevano uno sgradevole odore, come di medicina. Ho pensato che se ne sarebbe andato con la cottura, così ho proseguito. Quando le arance hanno cominciato a bollire hanno buttato fuori tutta l’acqua di cui si erano inzuppate e dopo un’ora non solo non si erano raddensate per niente, ma praticamente galleggiavano nel brodo. In più l’odoraccio era uguale. Ho buttato via tutto, peccato, un chilo di buone arance bio.

    1. Ciao Chicca, mi dispiace non siano venute bene, la ricetta l’ho scritta tutta passo passo, senza saltare niente ed è una ricetta che fra l’altro ho collaudato più volte prima di metterla nel blog quindi non capisco proprio. La cosa che mi stupisce di più è il fatto che già in acqua le arance abbiano cambiato aspetto e soprattutto odore, cosa che non deve succedere, non voglio cercare una scusante ma forse anche se te le hanno vendute per fresche non lo erano? L’unica spiegazione che riesco a darmi è questa, non saprei che altro dire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.