Crea sito

Torta millefoglie con crema pasticcera e trucchi per ottenere sfoglie croccanti

2014-05-12 16.48.56

 

La torta millefoglie è un dolce classico, anzi classicissimo, e piace a tutti, con quelle sfoglie croccanti e una deliziosa crema vellutata che contrasta con la croccantezza della sfoglia. Ricordo che quando ero piccola, nelle feste di compleanno la torta su cui spegnere le candeline era immancabilmente la millefoglie. Altri tempi…. E invece la millefoglie è un dolce che ho poi rivalutato, specie dopo aver provato le varianti con crema al cioccolato, alla nocciola, al caffè… E’ un dolce che potrete personalizzare in quanto sarete voi, in base ai vostri gusti, a decidere come farcire la torta millefoglie. Io ho scelto la versione classica, una corposa crema profumata al limone, resa ancor più speciale dall’aggiunta dell’aroma naturale di vaniglia!

Se, invece, voleste provare delle creme diverse, vi consiglio la crema pasticcera alla nocciola, la crema pasticcera al caffè oppure la crema pasticcera di fragole, tutte ottime!

Nel cimentarvi in questo dolce avete tre alternative: decidere di preparare la pasta sfoglia voi stesse oppure recarvi al supermercato ed acquistare 3 rotoli di pasta sfoglia fresca o surgelata, cosa sicuramente più semplice e meno laboriosa. E il risultato sarà ottimo ugualmente. O addirittura acquistare la pasta sfoglia già pronta, da farcire solamente e in questo caso non dovrete neanche accendere il forno! E quando fa troppo caldo, quest’ultima soluzione è quella più seguita 😉

Io ho voluto togliermi lo sfizio di preparare la pasta sfoglia in casa e ho seguito la ricetta di Luca Montersino. Si sa che in cucina a me non piacciono le cose facili… 😉 In realtà, non è difficile preparare la pasta sfoglia in casa, solo che richiede un po’ di tempo a vostra disposizione per realizzare le varie pieghe, rispettando i tempi di riposo tra una piega e l’altra. Io ho postato la ricetta corredata di tanti passo passo fotografici, in modo da guidarvi in ogni momento della sua preparazione!

2014-05-12 14.24.12

Per i dolci, come la millefoglie, la cottura ideale – come suggerisce il Maestro Montersino – è la seguente:

“La pasta sfoglia va cotta per un’ora circa a 160°, in forno statico, fino a quando la sfoglia non avrà assunto un bel colore dorato. Una volta cotta, toglietela dal forno, cospargetela di zucchero a velo e rimettetela nel forno a 220° fino a quando lo zucchero si sarà sciolto e inizierà a prendere colore (ci vorrà qualche minuto). Questa è la sfoglia caramellata, base ideale per creme senza che diventi “moscia” nel giro di poche ore. Inoltre, Luca Montersino aggiunge che occorre passare sulla pasta sfoglia così cotta il burro di cacao in polvere, per isolare maggiormente la pasta sfoglia ed ottenere un risultato ancor più ottimale in vista della sua farcitura”.

Il burro di cacao si può sostituire, volendo, con del cioccolato bianco grattugiato.

Vediamo in dettaglio cosa occorre per preparare la torta millefoglie!

  • 3 rotoli di pasta sfoglia
  • zucchero a velo q.b.
  • cioccolato bianco grattugiato q.b.

Ingredienti per la crema pasticcera

  • 400 ml di latte fresco intero
  • 100 ml di panna fresca
  • 150 g di zucchero
  • 40 g di farina
  • 20 g di fecola di patate (o maizena)
  • 4 tuorli
  • buccia di 1 limone fresco
  • un cucchiaino di estratto di vaniglia o 1/3 di bacca di vaniglia

E, in più:

  • la restante panna (150 ml) per i ciuffetti da decorazione
  • confettini colorati o granella di nocciole
  • zucchero a velo per spolverizzare

Preparazione

Stendere la pasta sfoglia col mattarello e ricavate tre rettangoli, io ho cercato di realizzare una forma a cuore.

DSCN9009

Bucherellate bene la pasta sfoglia con i rebbi di una forchetta ed infornate in forno statico pre-riscaldato a 160° per circa 45 minuti.

DSCN9015

Trascorsi 40-45 minuti circa, sfornate le sfoglie, setacciatevi abbondantemente lo zucchero a velo e rimettetele nel forno, questa volta a 220 ° fino a quando lo zucchero si sarà sciolto e inizierà a prendere colore (ci vorrà giusto qualche minuto).

DSCN9018

Sfornate e spolverizzate sulla sfoglia cotta il cioccolato bianco grattugiato per impermeabilizzare bene la pasta sfoglia (come consiglia, appunto, Luca Montersino). Far raffreddare le sfoglie separatamente senza sovrapporle.

DSCN9019

Preparare la crema pasticcera

Riscaldare il latte con la panna fresca in una pentola dal fondo spesso, aggiungendo un terzo di bacca di vaniglia incisa (io metto un bel cucchiaino di estratto di vaniglia) e la buccia di un limone tagliata a spirale. Il latte dovrà riscaldarsi ma non bollire.

In una boule di vetro aggiungere i tuorli e lo zucchero e mescolarle con una frusta a mano finchè siano diventate leggermente gonfie. Aggiungere la farina e la fecola setacciati e mescolare energicamente con la frusta per evitare la formazione di grumi. Aggiungere poi il latte bollente a filo, mescolando con una frustina per amalgamare il tutto. Rimettere il latte nella pentola e far addensare la crema pasticcera sul fuoco, a fiamma moderata, per evitare che possa attaccarsi sul fondo della pentola o possa bruciarsi (intanto togliete la buccia del limone). Per questo, è consigliabile l’utilizzo di pentole antiaderenti e dal doppio fondo.

pizap.com10.75671508861705661394893129244

Girare continuamente nello stesso verso finché la crema si sarà addensata. Cuocere per qualche minuto la crema per fare in modo che l’amido svolga la funzione addensante.

Spegnere il fornello e trasferire la crema pasticcera così ottenuta in una terrina di vetro. Far raffreddare qualche minuto e coprirla con un foglio di pellicola aderente alla superficie per evitare la formazione della crosticina. Riporre poi in frigo fino al suo utilizzo. Per agevolarne il raffreddamento, metterla in un bagnomaria di acqua e ghiaccio.

pizap.com10.097442476078867911394893454945

Ed ecco la crema pasticcera profumata alla vaniglia! 🙂

2014-05-12 10.24.57

 

Assembliamo ora la torta millefoglie

Prendete un vassoio da portata e ponetevi la prima sfoglia, farcitela con un primo strato di crema pasticcera (io la metto in un sac à poche, per comodità, e col beccuccio a stella grande faccio dei giri concentrici), sovrapponetevi un’altra sfoglia e farcite con altra crema pasticcera.

2014-05-12 15.09.48

 

Infine, sovrapponetevi il terzo e ultimo strato di pasta sfoglia. Quindi, in totale, tre strati di pasta sfoglia e due di crema pasticcera.

2014-05-12 15.10.37

 

Spolverizzate con abbondante lo zucchero a velo. A questo punto decorate a piacere la vostra millefoglie! Io ho fatto dei ciuffettini con la panna che mi era avanzata, sempre con l’aiuto del sac a poche, utilizzando un beccuccio più piccolo.

Oppure potreste decorarla facendo aderire ai lati la granella di nocciole o pezzi di pasta sfoglia avanzata e sbriciolata.

2014-05-12 16.46.23

Questa mille foglie è stata preparata in un’ occasione particolare, per questo è a forma di cuore. 🙂

2014-05-12 16.45.53

Finalmente una torta millefoglie con le sfoglie croccanti, che non si sono ammorbidite a contatto con la crema di farcitura!

2014-05-13 09.51.08

La fetta della mia torta millefoglie! Sfoglie croccanti, saporite con una crema eccezionale…

2014-05-13 09.53.08

 

Se vi è piaciuta questa ricetta, vi invito a cliccare “Mi piace” a questa pagina https://www.facebook.com/pages/Dolcesalatoconlucia/441574555973258  per non perdevi tutte le novità!

 

Pubblicato da dolcesalatoconlucia

Ciao a tutti, ho 30 anni, vivo e lavoro in prov. di Napoli e ho una grandissima passione per la cucina. Il mio interesse è rivolto parimenti al dolce quanto al salato. Spero di poter dare un forte contributo e aiutarvi nelle vostre creazioni!

4 Risposte a “Torta millefoglie con crema pasticcera e trucchi per ottenere sfoglie croccanti”

  1. Ciao Lucia,
    Innanzitutto i miei complimenti. Spesso fai da tramite tra me e il Maestro, con i tuoi modi ancor piu semplici e alla portata di tutti . Ti chiedo: ma per chi fa piu strati..si dovrebbe impermeabilizzare su ambo i lati?

    1. ciao Maria,
      eh si il Maestro è sempre il Maestro. 🙂 ci sono tantissime sue ricette che devo provare ancira!
      In teoria si dovrebbe, ma è difficile, così impermeabilizzo su un solo lato, va bene ugualmente !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.