Mattonella golosa con gli oro Saiwa, o dolce con le gallette

Mattonella golosa con gli oro Saiwa, o dolce con le gallette

Mattonella

Oggi che è Domenica vi propongo la mattonella con gli oro Saiwa, detta anche torta di gallette o pizza di gallette nel Salernitano, è un dolce dell’infanzia di mia mamma, tuttora uno dei suoi dolci preferiti! E’ davvero un dolce facilissimo da realizzare e infatti l’ho preparato quando ero in vacanza perchè è davvero molto semplice da preparare e non richiede l’utilizzo del forno. Inutile dire che oggi come allora piace ancora a tutti ed è sparito in men che si dica!

Ho letto che è un dolce tipico della cucina povera, perchè veniva preparato con le gallette, allora dei biscotti piuttosto economici (venivano venduti sfusi nelle drogherie e riportavano impressa la scritta “petit” . Se volete prepararli in casa, vi lascio la mia ricetta dei petits da fare in casa). Oggi le gallette di un tempo sono state sostituite dal biscotto petit più famoso, l’Oro Saiwa, che ho utilizzato per preparare la mattonella, ma anche i petit di altre marche vanno bene ugualmente. Io vi propongo la versione che preparava la nonna a mia mamma da ragazza, con crema al cioccolato e biscotti bagnati nel caffè (se è destinato anche ai bambini, magari bagnate i biscotti solo nel latte, o nel caffellatte). Le varianti sono molteplici, possiamo dire che ogni famiglia ha la sua versione di questo dolce, purchè si utilizzano i biscotti “petit“. Ad esempio, ho visto che altrove utilizzano crema di burro (ma anche crema al latte, nutella, etc) oppure bagnano i biscotti in uno sciroppo di acqua, zucchero e liquore, o per farcire si utilizza il preparato per budino, e così via…

Intanto, vi lascio la versione di famiglia: vi assicuro che non vi accontenterete di un quadrotto, infatti finisce sempre troppo presto!  😉

Questo è un dolce migliora col passare del tempo, quindi è preferibile prepararlo con qualche ora di anticipo, meglio se la sera prima, rispetto al momento in cui andrà servito. I petit che ho utilizzato (appunto, gli oro saiwa) sono molto sottili e quindi fate attenzione quando li andrete a bagnare, devono essere immersi davvero un attimo nella bagna altrimenti si disfaceranno e il dolce potrebbe sformarsi.

Un’altra versione di famiglia è quella di alternare uno strato di crema al cioccolato e uno strato di crema pasticcera alla vaniglia. Vi lascio la ricetta della crema pasticcera classica: potreste prepararla, dividerla in due ciotole e ad una metà aggiungere, quando è ancora calda, 35 grammi di cacao amaro o 50 g di cioccolato fondente tagliuzzato grossolanamente.

La versione più golosa è quella che vi propongo! 😉

Ingredienti per la crema pasticcera al cioccolato

  • 500 ml di latte
  • 3 tuorli d’uovo
  • 130 g di zucchero
  • 50 g di farina
  • 50 g di cacao amaro
  • vaniglia (un cucchiaino di estratto homemade o mezza fialetta)

E, inoltre, occorrono:

  • caffè (preparato nella moka grande, da 6 tazze)
  • latte q.b.
  • biscotti del tipo “Petit” (500 grammi)

Preparazione

Per la crema pasticcera

Riscaldare il latte in una pentola dal fondo spesso (il latte dovrà riscaldarsi ma non bollire), aggiungendo la vaniglia. In una boule di vetro aggiungere i tuorli e lo zucchero e mescolarli con una frusta finchè siano diventati leggermente spumosi. Aggiungere la farina setacciata con il cacao e mescolare energicamente con la frusta per evitare la formazione di grumi.

Aggiungere poi il latte a filo, mescolando per amalgamare il tutto. Rimettere il latte nella pentola e far addensare la crema pasticcera sul fuoco, a fiamma moderata, per evitare che possa attaccarsi sul fondo della pentola o possa bruciarsi.

Girare continuamente nello stesso verso finché la crema si sarà addensata. Cuocere per qualche minuto dopodichè spegnere il fornello e trasferire la crema pasticcera così ottenuta in una terrina di vetro. Far raffreddare qualche minuto e coprirla con un foglio di pellicola aderente alla superficie per evitare la formazione della crosticina. Riporre poi in frigo fino al suo utilizzo. Per agevolarne il raffreddamento, metterla in un bagnomaria di acqua e ghiaccio.

DSCN4863

 

Preparate il caffè con la moka da 6 tazze zuccherandolo pochissimo ed allungatelo con un goccio di latte e disponetelo in una ciotolina. Bagnate velocissimamente i petits nel caffellatte e disponete il primo strato di biscotti bagnati.

DSCN4864

 

Ricoprite i biscotti con uno strato di crema al cacao, poi ricoprite con uno strato di biscotti bagnati, e così via…

2014-08-15 14.19.20

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Io ho ottenuto 4 strati di biscotti e 3 strati di farcitura. Il numero degli strati è a piacimento ovviamente. Riporre il dolce in frigorifero a rassodare per qualche ora.

DSCN4870

 

Potete usare una teglia rettangolare per la preparazione di questo dolce o un quadro d’acciaio adagiato su un vassoio rettangolare.

Potreste, poi, spolverizzare il dolce con cacao amaro a piacere, io non l’ho fatto. E’ un dolce che ho preparato in pochissimo tempo, ho giusto scattato qualche fotografia ed era già finito! 🙂

DSCN4869

 

L’interno della mattonella con gli Oro Saiwa.

DSCN4878

 

Come avete visto, si tratta di un dolce semplicissimo da preparare ma la sua bontà è infinita! L’abbinamento caffè e cioccolato fa impazzire, quindi posso capire perchè è tanto amato dalla mia famiglia!

Piace a tutti, è goloso, si lascia mangiare davvero molto volentieri! Riscuote sempre un successone, è un dolce freddo al cucchiaio perfetto per la stagione estiva, ma in realtà è gradito tutto l’anno! 😉

DSCN4874

 

Se vi è piaciuta questa ricetta, vi invito a cliccare “Mi piace” a questa pagina https://www.facebook.com/pages/Dolcesalatoconlucia/441574555973258  per non perdevi tutte le novità

 

 

Pubblicato da dolcesalatoconlucia

Ciao a tutti, ho 30 anni, vivo e lavoro in prov. di Napoli e ho una grandissima passione per la cucina. Il mio interesse è rivolto parimenti al dolce quanto al salato. Spero di poter dare un forte contributo e aiutarvi nelle vostre creazioni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.